Durante le scorse settimane le #RagazzeMondiali hanno invaso Twitter

Il Mondiale appena trascorso ha avuto una risonanza mediatica senza precedenti. Come ormai spesso accade, il fenomeno si è diffuso soprattutto tramite i social network.

Nello specifico, è stato soprattutto Twitter a prestarsi come sostituto virtuale del più tradizionale bar del quartiere: a suon di 140 caratteri, i suoi utenti hanno commentato tutto il Mondiale, partita dopo partita, gol dopo gol, tazzina di tè dopo tazzina di tè.

Quello del gol contro l’Inghilterra e della successiva esultanza di Alex Morgan è stato proprio uno degli episodi più “twittati”. Ma i picchi più alti si sono registrati, come prevedibile, in occasione della finale Stati Uniti – Olanda.

Nello specifico, nella classifica dei momenti che hanno generato più tweet al minuto abbiamo al terzo posto il rigore di Rapinoe che ha dato il vantaggio alla sua squadra, al secondo posto il gol di Lavelle e al primo la fine della partita, con successiva premiazione.

In generale, le partite durante le quali sono stati scritti più tweet vedono sempre coinvolti gli Stati Uniti. La graduatoria delle partite più commentate è, infatti:

  1. (Finale) Stati Uniti – Olanda
  2. Inghilterra – Stati Uniti
  3. Francia – Stati Uniti
  4. Stati Uniti – Thailandia

Questa sorta di onnipresenza degli Stati Uniti su Twitter è certamente uno specchio di quanto accaduto sul campo, ma è anche dovuto al fatto che i tifosi statunitensi siano stati i più attivi in assoluto sul social network.

Hanno però twittato molto anche i tifosi del Brasile (2° posto), dell’Inghilterra (3° posto), della Francia (4° posto) e della Spagna (5° posto).

Le squadre più menzionate durante il Mondiale sono state, in ordine: Stati Uniti, Brasile, Inghilterra.

Queste invece le calciatrici più menzionate:

  1. Megan Rapinoe (Stati Uniti)
  2. Alex Morgan (Stati Uniti)
  3. Marta (Brasile)
  4. Cristiane (Brasile)
  5. Ali Krieger (Stati Uniti)

Anche in questo caso una netta prevalenza degli USA, con però anche una forte presenza da parte del Brasile.

Non sono mai mancati, ovviamente, commenti e polemiche sugli infiniti episodi di gol annullati o rigori concessi a causa del VAR.

Ha avuto una grande risonanza anche l’iniziativa dei tifosi statunitensi, che hanno deciso di cantare “Equal pay” allo stadio di Lione subito dopo la vittoria della finale. Come conseguenza, l’hashtag #EqualPay ha visto un significativo e immediato aumento nella frequenza.

Per quanto riguarda l’Italia, gli hashtag più frequenti sono stati: #RagazzeMondiali, #daretoshine, #calciofemminile, #azzurre e #mondiali. In tutto sono stati twittati 130 mila volte.

I picchi di partecipazione su Twitter da parte degli utenti italiani sono avvenuti il 9 giugno, durante la primissima partita dell’Italia (28 mila menzioni) e il 29 giugno, durante la partita contro l’Olanda che ha putrtroppo messo fine all’avventura delle #RagazzeMondiali.

Questi sono stati i tweet più popolari:

Fra i più retwittati, i post dell’account delle azzurre, di Giorgio Chiellini e di Roberto Mancini a mondiale concluso.

Ci sono poi i tweet delle azzurre stesse:


C’è chi, come Lia Capizzi, ricorda al mondo che la forza delle nostre ragazze va ben oltre quello che si vede in 90 minuti.

C’è chi lancia frecciatine…

E chi probabilmente al prossimo esame sostituirà i santini portafortuna con la figurina di Laura Giuliani.

Martina Cappai

(Crediti immagine: Mondiali.it)