Sara Gama, capitano della Nazionale italiana e della Juventus,  insignita del Premio Casato Prime Donne domenica 16 settembre a Montalcino.

Simbolo di integrazione ed emancipazione femminile, Sara Gama è stata eletta “Prima Donna” nella ventesima edizione del premio Casato Prime Donne di Montalcino.  Donatella Cinelli  Colombini, fondatrice del premio, ha motivato così la sua scelta: “Sara Gama rappresenta la risposta femminile ai cori xenofobi degli stadi di calcio maschile e agli episodi di violenza e razzismo che hanno avuto per oggetto atleti italiani di colore.” 

Il Premio Casato Prime Donne ha visto tra le vincitrici personalità in rosa provenienti da tutti i settori. Dal mondo dello sport hanno trionfato in passato Josefa Idem, canoista, e Carla Fracci, danzatrice, oltre a scienziate, attiviste per la pace e scrittrici.

La calciatrice bianconera ha espresso la sua soddisfazione in una dedica a Montalcino: “Un pensiero alla meravigliosa terra del Brunello, ai suoi sapori e odori, alle donne che hanno colto il sentimento più profondo trasferendolo nel loro vino. (…) Sapere che il mio terreno, su cui calcio un pallone con la loro stessa passione, può essere fonte di orgoglio ed emancipazione per tutte le donne è un’immensa gratificazione”

Laura Brambilla