La Germania pensa al futuro e include nella rosa diversi talenti Under 23 già protagonisti della Frauen Bundesliga

Mix di giovani talenti e stelle del calcio europeo caratterizza la rosa della Germania all’Algarve Cup. La selezionatrice Martina Voss-Tecklenburg ha voluto sfruttare il prestigioso torneo amichevole per testare alcune calciatrici che giocano con continuità nella Frauen Bundesliga e si sono messe in particolare evidenza. Sono state convocate 26 calciatrici in totale, tutte utilizzate almeno come subentrate nelle prime due gare, di cui 9 Under 23. Tra queste abbiamo selezionato tre talenti che caratterizzeranno non solo la selezione tedesca attuale, ma anche il suo lucente futuro.

GIULIA GWINN – Bayern Monaco

Giulia Gwinn è una vecchia conoscenza per i nostri assidui lettori. Nel 2018 le avevamo dedicato uno spazio nella rubrica Wonderkid, sottolineando il suo talento abbinato a concretezza in campo. Nel frattempo, Gwinn si è affermata nel campionato tedesco, terminando la stagione 2018/2019, la sua ultima con il Friburgo, con 22 presenze e 8 reti. L’incredibile continuità di gioco, sempre presente da titolare, è stata tra le motivazioni che ha spinto il Bayern Monaco ad investire su di lei. In stagione ha giocato 8 partite, complice qualche infortunio muscolare. Nonostante sia del 1999, ha già 18 caps in Nazionale maggiore, oltre ad aver partecipato al Mondiale di Francia 2019. Nella competizione iridata ha lasciato il segno, avendo segnato il gol decisivo nella vittoria contro la Cina che le permesso di esser nominata “Player of the Match”. Alla fine della Coppa del Mondo, la giovane tedesca è stata premiata come miglior giovane del torneo. Gwinn è una calciatrice poliedrica, gioca su entrambe le corsie sia come terzino che come esterna di centrocampo.

LEA SCHULLER – SGS Essen

La difesa della Norvegia la sta ancora cercando per l’Estadio Municipal di Lagos. Lea Schuller è stata la protagonista della seconda partita della Germania all’Algarve Cup (per questo non è detto che giochi contro l’Italia mercoledì). E’ riuscita a non far rimpiangere come attaccante due mostri sacri come Svenja Huth ed Alexandra Popp, lasciando presagire che è più che in grado di ricevere il loro testimone. Anche lei ha partecipato al Mondiale di Francia 2019, segnando nel 3-0 contro la Nigeria. Dopo sette stagioni con la maglia dell’SGS Essen e 61 gol realizzati, quest’estate Schuller potrebbe fare il grande salto è trasferirsi in una big, tedesca o non. Intanto ha già superato il suo record di reti fatte in una stagione: lo scorso anno si era fermata a 14 in 22 gare, mentre in sole 16 apparizioni del campionato 2019/2020 ha già superato il portiere in 15 occasioni.

LAURA FREIGANG – FFC Francoforte

A differenza di Gwinn e Schuller, per Laura Freigang l’Algarve Cup è stata la primissima esperienza con la Nazionale tedesca maggiore. Dopo aver giocato con tutte le selezioni giovanili dalla Under 15 in su, la sua carriera internazionale non aveva ancora compiuto il salto definitivo. Classe 1998, ancora minorenne ha giocato in terza e seconda divisione tedesca prima di trasferirsi negli Stati Uniti nel 2016. Ottenne una borsa di studio alla Pennsylvania State University, che partecipava all’importante torneo universitario della Big Ten Conference. Dopo due anni oltreoceano decise di tornare in Germania, più precisamente sulle sponde del Meno a Francoforte. In due stagioni ha disputato 36 partite, segnando 22 reti pur non essendo un attaccante di ruolo. La C.T. Voss-Tecklenburg non poteva rimanere ancora indifferente al suo enorme talento e l’ha inclusa tra le convocate dell’Algarve Cup. Al 73′ della sfida contro la Norvegia è arrivato l’attesissimo momento del suo esordio. La certezza è che non saranno gli unici momenti con la maglia della Nazionale tedesca maggiore.

Paolo Di Padua
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *