Nel weekend dedicato al calcio femminile inglese, la sesta giornata della Women’s Super League ha fatto registrare un pubblico record.

Più di 70 mila persone hanno assistito ai vari match che si sono disputati nei grandi stadi.

Infatti quattro partite su sei si sono disputate in impianti dove solitamente giocano le squadre maschili.

Il derby a nord di Londra è stata la partita più seguita. Nel nuovo impianto del Tottenahm, l’Arsenal ha battuto le Spurs con il punteggio di 2-0. Sugli spalti c’erano 38262 spettatori.
Le reti del successo delle Gunners portano la firma di Kim Little e della slita Vivianne Miedema.

L’altro grande evento di giornata era il derby del Merseyside tra Liverpool ed Everton ad Anfield.
Sugli spalti dell’iconico impianto c’erano 23500 persone circa.
La gara è stata vinta dall’Everton per 1-0 grazie al gol segnato da Lucy Graham.
Liverpool sempre più ultimo in classifica in piena crisi di risultati.

Il Chelsea capolista ha ospitato nel suo impianto il Manchester United Women.
Anche al Kingsmeadow numeri da reord. Sulle tribune c’era il tutto esaurito in ogni ordine di posto. Sold put con 4790 spettatori.

Il match è stato vinto dalle Blues grazie ad un rigore realizzato dal difensore norvegese Maren Mjelde al 65° minuto di gioco.

Il Manchester City vince a valanga sul West Ham United per 5-0. La firma nelle tabellino delle realizzazioni la mettono Ellen White, Georgia Stanway, doppietta per lei, Canapa e Wullaert.
Sugli spalti dell’Academy Stadium 2145 persone.

Nelle altre partite spicca la vittoria del Brighton & Hove Albion sul Birmingham City per 3-0. La gara si è disputata all’Amex Stadium cin 4130 spettatori.

Pari tra Reading Women e Bristol City Women per 3-3.

In classifica comanda il Chelsea con 16 punti davanti a Manchester City e Arsenal staccate di una lunghezza. L’Everton supera il Manchester United al quarto posto con 12 punti. Le Red Devils restano ferme a 9 punti. Ultimo il Liverpool con 1 punto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *