L’attaccante statunitense Tobin Heath è oggi al top della sua carriera e si candida come una delle superstar dei prossimi mondiali

Tobin Heath è soprannominata “The Queen of Nutmeg” (la regina dei tunnel), ma non sarebbe sbagliato soprannominarla “la regina dei colpi di tacco”.

L’attaccante delle Portland Thorns, infatti, in sole 3 partite di NWSL, ha siglato 2 gol, entrambi di tacco. Le due marcature, una messa a segno alla prima giornata contro l’Orlando Pride e la seconda lo scorso weekend contro lo Sky Blue, le hanno permesso di aggiudicarsi il NWSL Goal of the week.

Il 2019 di Tobin Heath è iniziato nel migliore dei modi non solo con le Thorns, ma anche con la nazionale. L’attaccante classe ’88, infatti, è stata protagonista finora con 3 gol in 5 partite.

Più in generale, la calciatrice originaria di Basking Ridge sta vivendo il momento top della sua carriera. Nel 2018, un infortunio alla caviglia l’aveva costretta a operarsi a inizio 2018, dopo aver a saltato gran parte della stagione 2017.

Tornata in campo il 20 aprile 2018 Heath si è rivelata ancora più decisiva, andando a segno con una continuità mai avuta prima.

La scorsa stagione ha permesso alle Thorns di raggiungere la finale (poi persa contro il North Carolina) con 8 gol e 7 assist in 19 presenze.

Anche con la nazionale, dopo il ritorno con gol lo scorso 12 giugno contro la Cina, le sono bastate poche partite per essere candidata all’Us Soccer Female Player of the Year 2018 (premio di calciatrice americana dell’anno, poi vinto da Alex Morgan): 7 gol e 6 assist in 10 presenze, con la media di un gol/assist ogni 50 minuti.

A poco più di un mese dai mondiali, forte di questi numeri e delle ottime prestazioni, Heath si candida ad essere una delle protagoniste della competizione francese. Un aspetto questo, sottolineato anche dall’ex compagna di squadra Heather O’Reilly in un’intervista concessa in esclusiva a L Football.

Nell’edizione 2015 mise la propria firma nella finale vinta contro il Giappone con il gol del definitivo 5-2. Ora, a 4 anni di distanza, Heath è pronta a riprovarci, magari con un altro gol di tacco.

Martina Pozzoli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *