Grazie a un gol al 91° minuto di Toni Duggan, che ha permesso al Barcellona di battere l’Atletico Madrid,  si riapre la Liga Iberdrola

Il Barcellona femminile si è aggiudicato il big match della 9 giornata della Liga Iberdrola battendo 2-1 l’Atletico Madrid.

Le due squadre duellano ormai da anni per il trono di regina di Spagna. Nelle ultime 9 edizioni del campionato, otto volte il titolo è andato a una delle due contendenti. In Spagna ormai Barcellona – Atletico Madrid viene definito “Clásico Femenino”.

Al Mini Estadi i Barcellona è sceso in campo con il suo modulo più collaudato, quel 4-3-3 dogma della cantera blaugrana.

Tra i pali Sandra Panni mentre sulla linea difensiva Marta Torrejon a destra, ndrea Pereira Mapi León coppia centrale e sulla sinistra Leila Ouahabi. A centrocampo Patri Guijarro, Vicky Losada e Kheira Hamraoui, mentre in attacco il tecnico Fran Sanchez ha schierato Natasa Andonova, Lieke Martens e Andressa Alves.

Ospiti che si sono presentati con il 4-2-3-1 con Dolores Gallardo in porta, in difesa da destra Kenti Robles, Laia Aleixandri, l’italiana Elena Linari e Carmen Menayo.
Davanti alla difesa Aurelie Kaci e Silvia Meseguer, mentre a supporto dell’unica punta Ludmila Da Silva vi erano Amanda Sampedro, Ester González ed Ángela Sosa.

A sbloccare la gara è stato l’Atletico Madrid, grazie al gol realizzato di testa dalla giocatrice messicana Kenti Robles. Dieci minuti dopo il Barcellona trova il pari con la rete di Aitana Bonmati che sfrutta un errore del portiere rojiblanco Gallardo.

Al minuto 91 è l’apoteosi per i tifosi del Barça Femenì. L’attaccante inglese Toni Duggan, entrata tre minuti prima, segna il gol della vittoria, riaprendo così di fatto il campionato.

In classifica al comando l’Atletico MAdrid con 24 punti, seguono le blaugrane con 23 punti. Terzo il Levante che ha battuto il Malaga per 7-0.

Nonostante la pioggia sugli spalti del Mini Estadi c’erano 4616 spettatori ad assistere al meglio del calcio femminile spagnolo.

Giuseppe Berardi