Vince il Sassuolo davanti al suo pubblico e fa tre su tre.

Pomeriggio soleggiato al Mapei dove le neroverdi, desiderose di seguire la scia tracciata dalla prima della classe, accolgono la Sampdoria. Sugli spalti, per seguire la squadra di Cincotta, anche il presidente Ferrero. Le blucerchiate, reduci da una vittoria con la Lazio e da un’ottima gara contro il Milan, cercano i primi punti in trasferta. In campo vanno le formazioni tipo, poche le variazioni sullo scacchiere, gli occhi puntati su Babb a difesa della porta ligure.

Il calcio d’inizio è affidato alla Sampdoria ma le redini del gioco passano subito nelle mani del Sassuolo. Al terzo Dubcova tenta il tiro dal limite ma è tutto facile per Babb. Poi a 10 risponde 10: Rincon spara alto la prima freccia doriana verso la porta. Al minuto numero otto il Sassuolo va vicinissimo al vantaggio dopo un’azione insistita partita da una fuga di Cantore sulla sinistra. Santoro calcia e diventa quasi un assist per la numero 11 neroverde che però non arriva . Al decimo iniziano gli straordinari per Babb: prima smanaccia Babb sul primo palo per contrastare il cross velenoso di Philtjens, poi resta in piedi fino alla fine e salva su una buona azione personale di Tomaselli che calcia a poco passi dalla porta.

Si fa vedere la Samp in avanti al ‘20 con un improvviso esterno violento da fuori di Tarenzi che trova Lemey attentissima. Alla mezz’ora è quasi magia di Martinez che va via a Filangeri e lascia a Tarenzi un pallone da calciare a botta sicura; per l’arbitro però la palla è uscita, nulla di fatto. Due minuti dopo le ragazze di Cincotta sfiorano un clamoroso autogol sugli sviluppi di un calcio di punizione, Babb è costretta a rifugiarsi in corner.


Arriva al ’40il gol del Sassuolo: su un calcio d’angolo battuto da Clelland arrivano puntuali il colpo di testa di Dongus e la respinta di Babb, sulla palla vagante è lesta Filangeri a ribadire a rete.

La Sampdoria nel secondo tempo rientra in campo con un altro piglio ma è sempre il Sassuolo ad essere più pericoloso. Al 56’ Clelland lanciata a rete rientrata sul destro e tenta la conclusione a giro sul secondo palo, la palla schizza oltre il palo. La scozzese non si arrende e al minuto ‘58 mette un cross verso il secondo palo dove arriva come un proiettile Cantore a firmare il raddoppio.


Le blucerchiate cercano di tornare in partita ma non creano molto eccetto un pallone insidioso all’ora di gioco, fa ottima guardia Dongus. Tergiversa intanto il Sassuolo con la Samp che non riesce a contenere le azioni avvolgenti delle neroverdi che peccano di cinismo sottoporta. Al minuto ’87 Cantore, prima di uscire, cerca la doppietta ma Babb dice no. Al ‘92 una mai doma Samporia cerca il vantaggio sfruttando un errore del Sassuolo ma ci mette una pezza Lemey.

Finisce 2-0, il Sassuolo porta a casa tre punti mai stati davvero in discussione.

SASSUOLO – SAMPDORIA: 2-0

Marcatrici: 41′ Filangeri, 59′ Cantore

SASSUOLO: Lemey; Philtjens, Dongus, Filangeri, Santoro; Tomaselli (82′ Ferrato), Mihashi, Dubcova, Brignoli (82′ Benoit); Cantore (88′ Cantore), Clelland (59′ Parisi).

Allenatore: Piovani

SAMPDORIA: Babb; Bursi (46′ Spinelli), Auvinen, Pisani; Giordano, Battelani (46′ Helmvall), Rincon (46′ Fallico), Seghir (82′ Carp); Re, Tarenzi, Martinez (67′ Bargi)

Allenatore: Cincotta

Ammonite: 43′ Martinez, 44′ Mihashi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *