Il Real Madrid femminile è riuscito nell’impresa di battere il Manchester City e qualificarsi per la fase a gironi della Women’s Champions League.

La squadra allenata da David Aznar ha dimostrato di essere in una forma fisica ottimale, mentre a preoccupare era il quanto avrebbe inciso nell’atteggiamento la pesante sconfitta ricevuta nella prima giornata contro il Levante.

Contro tutti i pronostici le ragazze capitanate da Ivana Andress, scendono in campo concentrate e con un’idea di gioco ben precisa. Fin dall’inizio le “blancons” hanno aspettato il Manchester City nella propria metà campo, cercando di chiudere più possibile le linea di passaggio, in particolare quelle centrali.

Nel momento che le inglesi perdevano palla, il Real ripartiva rapidamente sugli esterni, in particolare con le cavalcate di Kenti Robbles e Athena del Castillo. Quest’ultima una delle migliori nelle file della squadra spagnola in entrambe le sfide.

Chiave sono stati anche i movimenti senza palla di Esther Gonzalez e Nahikari Garcia. L’azione del gol annullato, con molte polemiche, Esther si abbassa per ricevere palla, portandosi verso l’esterno attendendo l’arrivo di Claudia Zornoza. Quest’ultima imbuca la difesa del City servendo perfettamente Nahikari, che si era smarcata in precedenza.

Seppur le due attaccanti e le esterne sono state fondamentali, il premio “salvatrice della serata” se lo porta a casa Zornoza. L’ex giocatrice del Levante sta volta parte titolare redendosi subito una delle protagoniste. Sempre nel fulcro del gioco, smistando e recuperando palloni chiave, fino a trovare il gol della vittoria.

L’azione parte da un calcio d’angolo “spazzato” male dalla difesa del City, che arriva sui piedi di Claudia, che non ci pensa due volte e colpisce la sfera al volo.

Con questa vittoria il Real Madrid scrive la storia, qualificandosi ai gironi alla sua prima partecipazione nella competizione europea. In più, questo 1-0 è chiave per il morale della squadra in vista del derby contro l’Atletico Madrid domenica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *