Dal 13 luglio saranno in vendita i biglietti per Women’s Euro 2022 che si disputerà in Inghilterra e la Football Association ha annunciato l’intenzione di vendere la cifra record di 700 mila biglietti.

L’Europeo in Inghilterra, inizialmente previsto per l’estate 2021, è stato rinviato al luglio 2022 a causa della pandemia di coronavirus.

La FA punta a superare il record di presenze totali negli stadi stabilito a Euro 2017 in Olanda, quando i tifosi sugli spalti furono 240.045.

“Vogliamo che sia il torneo femminile più grande e di maggior successo che si sia mai tenuto in Europa” ha detto Sue Campbell, direttrice del calcio femminile nella FA. “Vogliamo essere ambizioni e, credimi, la Uefa pensa che 700.000 biglietti siano incredibilmente ambiziosi, ma vogliamo ugualmente essere realistici. E vedremo se avremo ottenuto il giusto equilibrio”.

La Federcalcio inglese, inoltre, mira a battere il record di spettatori anche per una partita singola fatto registrare nella finale del 2013, quando la Germania si impose 1-0 sulla Norvegia davanti a 41.301 persone.

L’obiettivo della FA è quello di stabilire il record nella gara inaugurale all’Old Trafford (6 luglio 2022) e poi di nuovo nella finale a Wembley (31 luglio 2022). La Federazione spera di infrangere anche il record di 80.203 spettatori per una partita femminile in Europa, registrato proprio a Wembley nella finale olimpica del 2012 (Usa-Giappone 2-1).

Saranno dieci stadi in nove città diversa a ospitare le partite di Euro 2022. I biglietti costeranno tra le cinque e le cinquanta sterline, con più di 500.000 biglietti a un prezzo non superiore alle venticinque sterline.

Per Campbell a rappresentare il successo sarà “molto di più la sensazione che abbiamo normalizzato il calcio femminile”. Per questo la FA ha anche annunciato un programma volto a offrire 500.000 opportunità per coinvolgere nel calcio donne e ragazze entro il 2024.

La FA si sta impegnando in diverse misure per garantire che il 75% delle scuole fornisca alle ragazze pari accesso per giocare a calcio durante le lezioni di educazione fisica e il 75% di tutte le squadre del calcio di base offra almeno una squadra femminile.

Queste misure, nelle nove città ospitanti, si tradurranno in 120.000 ragazze in più che giocano nelle scuole e nei club e in altre 20.000 donne che giocano per divertimento entro il 2024, oltre a 300 donne allenatrici qualificate dalla FA e 350 arbitri donne.

Per avere tutte le informazioni su prezzi e biglietti disponibili ma anche su come acquistarli clicca clicca qui.

Martina Pozzoli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *