Le calciatrici delle selezioni che stanno disputando in Italia il Qualifying Round di Uefa Women’s Under 19, sono state protagoniste oggi della sessione educativa sul tema del match fixing.

L’obiettivo è quello di educare le nuove generazoni all’integrità e alla legalità.

L’incontro è stato tenuto dall’Integrity Officer della Figc, Giovanni Spitaleri, a cui hanno partecipato le nazionali Under 19 Italia, Estonia, Russia e Slovenia.

Sono stati toccati i principali punti del programma Uefa, che prevede tolleranza zero contro la corruzione e i tentativi di manipolazione delle partite, con particolare attenzione alla conoscenza dei rischi connessi per i giovani calciatori e calciatrici.

L’attenzione principale è stata data alla conoscenza delle modalità di approccio da parte dei criminali che intendono alterare le gare.