La Francia si presenta ai nastri di partenza della Coppa del Mondo con l’ambizione di raggiungere un piazzamento importante.

Le Blues nelle precedenti edizioni dei Mondiali femminili hanno raggounto solo una volta le semifinali, nel 2011 in Germania.

In Canada, nel 2015, le francesi si son dovute arrendere ai calci di rigore contro la Germania.

Anche agli Europei del 2017, la formazione transalpina non è andata oltre i quarti di finale, eliminata dall’Inghilterra.

Oggi, sempre con il blocco Lione, le ragazze allenate da Corinne Diacre, partono tra le favorite, per via anche del fattore casalingo, ma che non sarà semplice gestire.

Giocare un Mondiale in casa mette addosso tanta pressione ma riesce a dare comunque una spinta nei momenti chiave della manifestazione.

La squadra transalpina può contare su un roster ben assortito, con elementi di caratura mondiale in tutti i reparti.

In difesa la coppia dei difensori centrali è formata da Wendy Renard e Griedge Mbock. Entrambe giocano nel Lione e la sintonia, tra le due giocatrici, può essere un’arma in più per la Francia.

A centrocampo c’è Amandine Henry, considerata una delle giocatrici più forti al mondo. Non è un caso che la CT Diacre le abbia affidato la fascia di capitano e le chiavi di un reparto nevralgico per il gioco della Francia. Insieme a lei c’è una veterana: Élise Bussaglia, 33 anni, la più anziana della squadra. Sulla fascia sinistra opera il talento di Amel Majri pronta a far partire le azioni offensive delle Blues.

In attacco al fianco di Eugenie Le Sommer, l’allenatrice francese può contare su Valérie Gauvin, Kadi Diani, Delphine Cascarino e Gaëtane Thiney. Non convocata a sorpresa il talento del PSG Marie-Antoniette Katoto. La ventenne, capocannoniere del campionato francese, è stata lasciata a casa, pare per motivi disciplinari.

Corinne Diacre, così come Didier Deschamps lo scorso anno in Russia, ha preferito effettuare delle scelte basate più sull’idea di squadra a discapito dei singoli talenti individuali.

La Francia è inserita nel Gruppo A ed affonterà il 7 giugno nel match inaugurale la Corea del Sud.
Le altre squadre del Girone sono: Norvegia e Nigeria.

ROSTER

PORTIERI
Sarah Bouhaddi (Lione), Solene Durand (Guingamp), Pauline Peyraud-Magnin (Arsenal).

DIFENSORI
Julie Debever (Guingamp), Sakina Karchaoui (Montpellier), Amel Majri (Lione), Gridge Mbock Bathy Nka (Lione), Eve Perisset (Paris Saint-Germain), Wendie Renard (Lione), Marion Torrent (Montpellier), Aissatou Tounkara (Atletico Madrid).

CENTROCAMPISTE
Charlotte Bilbault (Paris FC), Elise Bussaglia (Dijon), Maeva Clemaron (Fluery), Onema Grace Geyoro (Paris Saint-Germain), Amandine Henry (Lione), Gaetane Thiney (Paris FC).

ATTACCANTI
Viviane Asseyi (Bordeaux), Delphine Cascarino (Lione), Kadidiatou Diani (Parigi Saint-Germain), Valerie Gauvin (Montpellier), Emelyne Laurent (Guingamp), Eugenie Le Sommer (Lione).

LE STELLE

Amandine Henry – Centrocampista – Classe 1989

Wendie Renard – Difensore – Classe 1990

Eugenie Le Sommer – Attaccante – Classe 1989

LA POSSIBILE RIVELAZIONE

Delphine Cascarino – Attaccante – Classe 1997

PHOTO NICOLAS CREACH / LE TELEGRAMME. (35) Roazhn Park ( Rennes ) LE 09042018 France / Canada Delphine Cascarino ( France )

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *