Elena Linari, calciatrice della AS Roma e della Nazionale italiana ha voluto far sentire la sua vicinanza a Malika Chalhy.

Dopo il mondo della musica anche quello di sport scende in campo a sostegno della ragazza cacciata di casa per il suo orientamento sessuale.

“Le sono vicina io e come me anche le compagne dell’Italia – ha spiegato ai microfoni della Tgr Rai Toscana -. Ho raccontato il mio orientamento sessuale più di un anno fa: dichiarare se stessi è corretto, non è certo un problema. Problematica, semmai, si è rivelata la reazione dei suoi genitori. Non è un problema avere una figlia o un figlio omosessuale, semmai lo è questa pandemia”.

“Il primo screzio sarebbe nato dopo che la ragazza aveva manifestato il desiderio di avvicinarsi al calcio femminile? Lo sport avvicina all’essere di una persona, non lo allontana. Se Malika vuole giocare a calcio non vedo perché non possa farlo – poi rivolgendosi a Malika – Sappi che ci sono tante persone a supportarti, non è facile, lo capisco ma siamo donne e siamo coraggiose. Avanti tutta”.

La storia di Malika Chalhy è salita all’onore delle cronache in questi giorni. Cacciata di casa dalla sua famiglia con frasi tipo “meglio drogata che lesbica” o “ti auguro un tumore”, la ragazza è stata chiusa fuori di casa ed è stata cambiata la serratura.

La cugina di Malika ha aperto una sottoscrizione su GoFundMe per permetterle di ricostruirsi un futuro. Una sottoscrizione che ha già raggiunto quasi 30mila euro.

A contribuire anche Fedez ed Elodie. Il rapper le ha dedicato una storia attaccando ancora il senatore Pillon e chi difende la famiglia tradizionale, mentre Elodie ha anche condiviso il link per la raccolta fondi a favore della ragazza su Instagram.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *