L’Atletico Madrid si aggiudica, col risultato di 0-1, il primo derby di Madrid in versione femminile grazie al gol di Merel van Dongen.

L’Atletico è subito padrone del campo e si porta in vantaggio già al 5’. Sul calcio d’angolo battuto da Deyna Castellanos, dopo una serie di rimpalli van Dongen segna il primo gol nella storia del derby di Madrid.

Per tutto il primo tempo l’Atletico fa la partita chiudendo il Real nella propria metà campo e arrivando spesso, anche con troppa facilità nei pressi dell’area di rigore blanca.

Le biancorosse, però, peccano in precisione e l’occasione migliore della prima frazione è, al 30’, il tiro da fuori di Deyna Castellanos, sul quale il portiere Maria Rivero si salva in angolo con una gran parata.

Al 42’ Sofia Jakobsson vince l’uno contro uno con Laia Alexandri, arriva sul fondo e mette in mezzo. Sul suo rasoterra le giocatrici del Real chiedono il rigore per un tocco di mano di Leicy Santos.

Il secondo tempo inizia praticamente nello stesso modo con cui era finito il primo, ovvero con la squadra di casa che reclama un calcio di rigore.

Ancora una volta Jakobsson arriva sul fondo e mette in mezzo per Marta Cardona, che va a terra dopo un contrasto con Alia Guagni. Anche in questa occasione per l’arbitro è tutto regolare.

Il Real prende coraggio e cerca di fare la partita, ma non riesce a creare vere e proprie occasioni pericolose. La migliore opportunità per le blancos arriva, infatti, solo al 91’ e su calcio d’angolo: su una brutta respinta di Pauline Peyraud-Magnin, il colpo di testa di Babett Peter viene salvato sulla linea da Santos.

Nonostante questa sconfitta, in classifica il Real resta davanti all’Atletico per un punto: sono 25 punti per le blancos e 24 per le colchoneros.

Martina Pozzoli