Dopo la terza sconfitta in tre partite, si accende la spia rossa nel motore della nazionale di calcio femminile. Segnale di avaria, ma niente di preoccupante.  E visto che si tratta di un torneo amichevole internazionale, c’e’tutto il tempo per poter riparare il guasto in vista di euro 2013.

A Cipro (mercoledì ore 11), l’Italia  disputerà la finale per il 9° posto contro la Corea del Sud.  E alla fine di queste due settimane internazionali, guardando i risultati e le prestazioni delle altre squadre impegnate nelle fase finale di Euro 2013,  non c’è tanto da stare tranquilli.

Soprattutto perchè le squadre che l’Italia affronterá nella fase a gironi, dimostrano di avere già i meccanismi oleati. Tuttavia all’Europeo mancano ancora quattro mesi, in cui Antonio Cabrini potrà lavorare e preparare la squadra.

Il CT guida la Nazionale solo da pochi mesi. Se si pensa che tra un europeo e quello seguente passano 4 anni, forse si poteva pensare ad una programmazione di lavoro diversa a partire proprio dalla fine dell’ultima competizione continentale. 

Infortuni e ricambio generazionale hanno stravolto la rosa azzurra nel percorso di avvicinamento all’europeo di Svezia, creando una ulteriore mole di lavoro da affrontare nell’immediato. Di contro gli stage mensili programmati la scorsa estate hanno dimostrato ben poco fino a questo punto. 

Noi siamo l’Italia, e non possiamo permetterci queste brutte figure.  Ma ci piace camminare sul filo del rasoio. Saremo pronti al momento opportuno? 

Scozia – Italia 2-1
17′ J Ross, 63′ Jones, 74′ Gama

SCOZIA – Fay, Brown, Lauder, Jones, Beattie, Love, Sneddon, Crichton, Mitchell, Little, J Ross
ITALIA – Shoffenegger, Gama, Manieri, D’Adda, Tona, Tuttino (Stracchi), Parisi, Camporese, Conti (Alborghetti), Panico, Iannella

V.

© Riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *