La Federcalcio olandese (Knvb) ha deciso di cambiare le norme per permettere alle donne di giocare con gli uomini oltre i 18 anni anche nella categoria A maschile dei dilettanti.

Lo scorso anno, sempre la Federazione olandese, ha avviato un progetto pilota, in collaborazione con il club olandese VV Foarut per consentire alle calciatrici nelle categorie dilettanti di giocare con i maschi.

La prima calciatrice a farlo è stata la 19enne Ellen Fokkema che nel campionato 2020/21 ha giocato nella prima squadra maschile del VV Foarut.

Dopo tale esperimento, la Federcalcio olandese è convinta che possano formarsi squadre miste in futuro e vuole modificare permanentemente le normative.

Al momento le norme federali olandesi prevedono che una ragazza può giocare in una squadra maschile fino alla selezione Under 19 in categoria A. Successivamente la donna era costretta a giocare a calcio nella categoria B con gli uomini o in una squadra femminile.

Jan Dirk van der Zee, responsabile dei dilettanti della KNVB ha dichiarato: “Fino ad ora, il calcio misto era possibile in tutta la gioventù nei Paesi Bassi. Tuttavia, non appena le donne raggiungevano l’età senior, dovevano scegliere tra giocare in un campionato femminile o continuare nella categoria B. Sulla base dei recenti risultati di ricerche, non vediamo più alcun motivo per far continuare così e scegliamo la strada dell’uguaglianza e diversità. Vogliamo che ragazze e donne trovino un posto adatto nel panorama calcistico in base alle loro qualità e alle proprie ambizioni “.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *