Sofia Cantore, attaccante della Florentia San Gimignano, ha parlato dal ritiro delle Azzurre. Per lei si tratta della prima convocazione in Nazionale maggiore e proprio per questo ha raccontato 10 sue “prime volte”.

Queste le dichiarazioni della numero 20 della Florentia: Ho iniziato a giocare a calcio a cinque anni e mi ricordo che il mio primo campo da calcio è stato quello delle scuole elementari. Non ho mai pensato che avrei voluto fare la calciatrice, è stata una cosa spontanea. Penso che i primi a chiedermi perché giocassi a calcio siano stati i miei nonni, io ho sempre risposto che era una cosa che mi piaceva tantissimo e preferivo sporcarmi di fango piuttosto che giocare con le bambole.

“La prima volta che ho indossato la maglia della Nazionale è stato in Portogallo ad un torneo con l’Under 17, è stato emozionante, ero piccolissima ed è un bel ricordo. Quando giocavo a calcio a 7 con i maschi ricevevo spesso complimenti, quando affrontavo altre squadre i genitori avversari erano sempre scettici però a fine partita qualcuno di loro si avvicinava a complimentarsi con me.” prosegue Sofia Cantore.

Qualche ricordo riguardo la sua vita fuori dal campo: I miei genitori li ho fatti arrabbiare tante volte (ride ndr), penso però si siano arrabbiati molto quando ho rotto qualcosa in casa giocando con il pallone. Ho iniziato a cucinare qualcosa l’anno scorso a Verona e principalmente quest’anno. Gli anni prima vivevo a Torino con Arianna Caruso e Benedetta Glionna, ha sempre cucinato Caruso, sono sincera. L’estate del Mondiale sono andata in Sardegna con le mie amiche, è stato molto bello perché seguivamo anche le partite e ci siamo divertite un sacco.”

Il mio primo gol in Serie A l’ho segnato a Verona con la maglia della Juve. In quella partita avevamo segnato io e Martina Rosucci. Ero subentrata nel secondo tempo e ho segnato a partita in corso, è stato bellissimo. Il primo ricordo che ho della Nazionale è la finale dei Mondiali del 2006, me lo ricordo benissimo: ero con papà a vedere la finale, avevo sette anni, ero piccola ma ho esultato come se fosse successo qualcosa di veramente bello e in effetti avevamo vinto il Mondiale.” conclude Sofia, ricordando sempre: “forza Azzurre!”.

Per visualizzare il video clicca qui.

Miriana Cardinale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *