Ieri 4 giugno il Comitato Esecutivo della Federazione calcistica francese ha istituito un eccezionale fondo di solidarietà per sostenere la ripresa delle attività delle società dilettantistiche. La misura è stata adottata per far fronte alle ripercussioni economiche causate dal Covid -19 e pianificare nel migliore dei modi l’inizio della stagione 2020-2021.

In questo provvedimento sono stati stanziati oltre 8 milioni di aiuti che possono raggiungere i 10 milioni attraverso una serie di punti chiave, tutti destinati al calcio femminile.

Gli aspetti principali dell’iniziativa sono:

  • Sostegno dei club femminili di calcio professionistico della D1, nei confronti di quelli delle categorie inferiori con 6 milioni di euro per la stagione 2020-2021.
  • Creazione di un piano di aiuti di 5.000 euro per ogni club femminile della D2
  • Aumenti per i premi relativi alla Coppa di Francia femminile (+400.000 €)
  • Ogni club amatoriale riceverà 10 € per ogni tesserata, sapendo che ci sono oltre 200.000 donne il totale sarebbe di 2 milioni di euro.

Tutto questo si aggiunge al fondo di solidarietà fornito dalla FFF, dalle leghe e dai distretti, che ammonta a 30 milioni di euro per i 14.000 club dilettanti.

In Italia si litiga per le briciole da dare ai massimi club mentre in Francia ripartono dalla base, fornendo linfa vitale a tutto il movimento dilettantistico del calcio femminile.

Giuseppe Berardi
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *