Decima giornata in NWSL e tra la prima classificata e la penultima ci sono esattamente 6 punti di differenza. Con un terzo della stagione regolamentare già archiviato, il campionato statunitense riafferma la propria imprevedibilità, rendendo sempre più viva la competitività della lega.

L’ultimo turno andato in scena nel weekend appena trascorso ha testimoniato ancora una volta risultati sorprendenti, gol al cardiopalma ed errori potenzialmente fatali. Dispieghiamo dunque una panoramica della decima giornata di NWSL tra awards di eccellenza e debolezze pagate a caro prezzo.

BEST GOL

Il gol migliore della decima giornata è di Ashley Hatch, nella vittoria del Washington Spirit sul North Carolina Courage per 2-0.

Si tratta in realtà del secondo gol di Hatch, avendo infatti firmato proprio la doppietta della vittoria. Al momento, il Washington Spirit presenta con ogni probabilità l’attacco migliore del campionato, poiché il tridente titolare formato da Trinity Rodman, Ashley Sanchez e per l’appunto Ashley Hatch ha raggiunto quota 9 gol complessivi, tra cui 2 a testa per Rodman e Sanchez e ben 5 ora per Hatch, che raggiunge Lynn Williams in testa alla classifica delle marcatrici.

In occasione della rete del raddoppio, Washington ribalta una costruzione progressiva del Courage, sfruttando proprio la debolezza mediana della squadra del North Carolina. Con solo i due centrali di difesa nella propria metà campo, il Courage alza pericolosamente il baricentro dello schema alla ricerca del pareggio. Ma una delle grandi assenti nel roster olimpico degli Stati Uniti, ossia Andi Sullivan, viaggia su una frequenza differente dalle avversarie, leggendo anticipatamente le intenzioni della squadra ospite e rubando palla nella propria metà campo.

La progressione di Sullivan è inarrestabile. La centrocampista supera con facilità un tentativo di tackle e affronta gli unici due difensori rimasti a sostegno della backline del Courage. Ashley Hatch la accompagna fedelmente ma soprattutto intuisce con intelligenza la visione di Sullivan. Mentre gli occhi dei centrali del Courage restano sulla regista, Hatch scatta con rapidità ed esperienza, rimanendo perfettamente in linea con la backline prima dell’ultimo passaggio. Ma non appena Sullivan serve uno straordinario pallone filtrante tra i due difensori, Hatch supera con puntualità Abby Erceg e batte Casey Murphy con un ottimo tiro angolato e definito, di una giovane attaccante che sta dimostrando la lucidità e la freddezza sotto porta di una striker d’esperienza.

MIGLIOR PARATA

Non è in realtà una singola parata a incoronare DiDi Haracic miglior portiere della decima giornata di NWSL ma una prestazione complessiva che ha letteralmente impedito al Portland Thorns di sbloccare la gara contro NJ/NY Gotham FC, conclusasi dunque sul risultato di 0-0.

Seppure costrette a un massiccio turn-over, le Thorns dimostrano di possedere ancora diverse frecce per il loro arco. Ma un pizzico di sfortuna, una dose di insicurezza davanti allo specchio della porta e soprattutto la determinazione di Haracic tra i pali non hanno permesso alla squadra dell’Oregon di approfittare del passo falso del Courage per tornare in testa alla classifica.

L’estremo difensore di Gotham inaugura in realtà la partita con un errore insolito, un’indecisione in fase di rilancio che quasi favorisce Simone Charley, in pressing alto. Ma Haracic rimedia immediatamente, togliendo dai piedi dell’attaccante lo stesso pallone che le aveva permesso di rubare.

Ma è tra il dodicesimo e il tredicesimo minuto che Haracic imposta il mood della gara. Dopo aver recuperato ancora una volta il possesso, Meghan Klingenberg spinge l’offensiva del Portland e tenta in maniera quasi inedita il tiro dalla distanza. Ma Haracic compre perfettamente il primo palo, distendendosi quanto basta per ripulire l’area e ripiegando in calcio d’angolo.

Dalla bandierina del corner, sempre Klingenberg mette al centro un pallone imprevedibile e rischioso. La mischia in area appare confusa, la visuale del portiere è pericolosamente offuscata. Nel duello per il possesso, Kelli Hubly trova in una frazione di tempo e spazio la possibilità di battere a rete. La palla che esce dalla mischia è veloce e inaspettata come il rimbalzo di un proiettile ma con magistrale prontezza, DiDi Haracic reagisce d’impulso, distendendosi nuovamente per coprire la porta. Il pallone percorre quasi a rallentatore la linea di porta prima di essere coperto definitivamente da Ifeoma Onumonu.

L’andamento della partita non cambia nel secondo tempo. È ormai un confronto diretto tra le offensive del Portland e DiDi Haracic, che si impone nuovamente in uscita sullo scatto fulmineo di Charley. Il risultato finale è 0-0 ma la prestazione superba di Haracic vale tre punti.

MIGLIORE IN CAMPO

Stoica letteralmente fino all’ultimo secondo di gara, Sydney Leroux spinge il suo corpo al limite della sopportazione nella conquista del pareggio dell’Orlando Pride, che strappa un punto nella partita contro il Racing Louisville, terminata 1-1.

L’incontro disputato da Leroux è una testimonianza di sacrificio, lavoro incessante e infaticabile e soprattutto leadership incondizionata. La forma atletica recuperata dalla calciatrice è pari solo alla tenacia con cui affronta il campo per novanta minuti, rifiutando la sconfitta fino al triplice fischio.

Sydney Leroux prende sulle spalle una squadra che appare ora sofferente, dopo un inizio di stagione esplosivo. L’assenza di Alex Morgan lascia Leroux a dover trascinare in solitudine l’offensiva dell’Orlando, accompagnata da talenti promettenti ma ancora inesperti come Taylor Kornieck, la cui crescita potrà essere un valore aggiunto in un prossimo futuro. E seppure Ashlyn Harris si riveli di partita in partita un autentico baluardo della porta del Pride, la debolezza difensiva e di centrocampo della squadra (che deve rinunciare anche a Marta) mette a serio rischio l’ottima stagione disputata finora.

Ma ciò che l’Orlando Pride sta portando in campo quest’anno è proprio la voglia di non mollare la presa sulla gara fino a quando non è l’arbitro a decretarne la fine. Ed è infatti a 100 secondi dalla fine che Harris si spinge fino a centrocampo, servendo in area un assist disperato. Kornieck la sfiora quanto basta per causare un rimbalzo a terra che favorisce Leroux, che con le ultime forze a disposizione supera la backline e batte Michelle Betos sul secondo palo.

Prosciugata dagli sforzi, Leroux termina la gara stesa sul manto erboso mentre la squadra si riunisce intorno a lei, per un pareggio che ha il sapore di una vittoria.

PEGGIOR MOMENTO

C’è un pari merito per l’attribuzione di questo riconoscimento negativo nella decima giornata di NWSL.

Da una parte infatti, sfortuna e disattenzione condannano Houston Dash nella sconfitta per 2-1 contro il Chicago Red Stars, poiché entrambe le reti avversarie portano in realtà la firma della formazione di Houston. Sintonizzandosi infatti sul mood degli Europei appena conclusi, Shea Groom e Katie Naughton puniscono la loro stessa porta a distanza di pochi minuti l’una dall’altra. Due autogol che sgretolano le sicurezze di Houston nonostante il vantaggio iniziale con Veronica Latsko.

Chicago ne approfitta e porta a casa tre punti.

Dall’altra parte invece, Sarah Bouhaddi sembra non aver ancora abbracciato lo stile NWSL ma questa volta per fortuna la sua avventatezza non influisce sull’esito della gara. L’OL Reign cerca e trova infatti una momentanea rinascita dal momento di crisi che circonda la squadra con una vittoria per 2-0 sul Kansas NWSL. Bethany Balcer aggredisce immediatamente la sfida, mettendo a segno una doppietta nella prima mezz’ora.

Ma nel secondo tempo, al 70’, un lancio lungo dalle retrovie del Kansas innesca la velocità di Jessica Silva che supera la backline e si ritrova sola davanti al portiere in chiara occasione da gol. L’uscita di Bouhaddi è eccessivamente rischiosa: il portiere francese esce dai confini dell’area, perde di vista il pallone e commette fallo netto sull’attaccante da ultimo difensore. Per l’arbitro non ci sono dubbi: è rosso diretto.

L’espulsione di Bouhaddi non mette a rischio i tre punti del Reign ma la prestazione del portiere non è degna della sua fama.

Questa la classifica dopo il 10° turno di NWSL (ma non per tutte le squadre):

SquadraPGPunti
North Carolina Courage916
Orlando Pride 1016
Portland Thorns 916
Washington Spirit915
Chicago Red Stars 1014
NJ/NY Gotham FC 813
Houston Dash 913
Racing Louisville 911
OL Reign 910
Kansas City NWSL 103

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *