Per una giornata Milena Bertolini ha abbandonato il ruolo di  Selezionatrice per sedersi alla cattedra di Coverciano. La C.T. della Nazionale ha parlato ai partecipanti del corso per Direttori Sportivi delle opportunità legate al calcio femminile, sia a livello di crescita del movimento che per gli addetti ai lavori. 


“In tutto il mondo e anche in Europa il calcio, a livello femminile, è lo sport più praticato. In Italia, grazie alle politiche portate avanti dalla Federazione, abbiamo capito le grandi opportunità che questo movimento può offrire e sta aumentando il numero delle praticanti.” ha dichiarato la C.T. della Nazionale, sottolineando successivamente l’importanza dell’entrata dei club maschili per lo sviluppo del movimento. 

Le nuove risorse economiche introdotte dalle società e dalla Federazione sono e saranno fondamentali per garantire una crescita a 360°, anche per gli addetti ai lavori: 
“In questi anni cominciano a esserci risorse maggiori nel calcio femminile. La finale di Champions League organizzata due anni fa a Reggio Emilia, ad esempio, ha fatto capire, anche in Italia, le potenzialità economiche che questo movimento può portare con sè. Per le società, e per i DS in particolare, si possono aprire quindi nuove strade lavorative, impensabili fino a poco tempo fa”.

Laura Brambilla

Foto FIGC