Nella seconda giornata della Women’s Super League crolla il Manchester City, mentre vincono Arsenal, Manchester United e Chelsea.

L’Arsenal vince 4-0 in casa del Reading. Partita praticamente già chiusa dopo poco più di mezz’ora grazie alle reti di Jennifer Beattie (17’), Beth Mead (30’) e Vivianne Miedema (32’). Nel secondo tempo Miedema segna il suo secondo gol e fissa il risultato sul 4-0 (50’).

Con l’assist per l’1-0 di Beattie, Katie McCabe sale al quinto posto nella classifica delle all-time assist women della WSL, con ventisei assist.

Con questa doppietta, Miedema è stata direttamente coinvolta in ottantanove gol in appena sessantanove presenze in WSL: sessantatré gol e ventisei assist. Dal giorno del suo debutto in WSL, il 30 settembre 2017, nessuna calciatrice ha fatto meglio: in questo arco di tempo, la seconda nella classifica di gol + assist è England con cinquantotto gol + assist (quarantatré gol e quindici assist).

Vince 4-0 anche il Chelsea, in casa contro l’Everton. A sbloccare la partita è uno splendido gol di Fran Kirby al 25’. A inizio ripresa le Blues raddoppiano con Sam Kerr, che approfitta di un pasticcio difensivo tra Megan Finnigan e il portiere Alexandra MacIver (47’). Un altro gol di Kerr (74’) e un gol di Bethany England (79’) arrotondano ulteriormente il risultato.

Cade in casa, invece, il Manchester City, battuto 2-1 dal Tottenham. Le Citizens passano subito in vantaggio con Lauren Hemp (6’). Al 61’ le Spurs trovano il pari con Rachel Williams. A condannare il City alla sconfitta è un autogol del proprio portiere Karima Benameur all’86.

Il Manchester United si impone 3-1 sul campo del Leicester. Apre le marcature una bellissima conclusione dalla distanza di Ella Toone (36’). A inizio secondo tempo le Red Devils trovano il raddoppio con Maria Thorisdottir (47’). La norvegese era entrata al 15’ per sostituire l’infortunata Millie Turner, uscita in barella. Abbie McManus accorcia le distanze per le padrone di casa al 61’, ma dieci minuti più tardi Martha Thomas ristabilisce le due reti di distacco.

Brighton & Hove Albion batte 5-0 il Birmingham. Le Seagulls sbloccano la partita dopo appena due minuti grazie alla rete di Victoria Williams. Nel recupero del primo tempo la squadra ospite trova anche il raddoppio con il rigore trasformato da Inessa Kaagman (45+1’). Nella seconda frazione di gioco scrivono il proprio nome nel tabellino delle marcatrici anche Danielle Carter (50’), Emma Koivisto (58’) e Kayleigh Green (70’).

Finisce 1-1 la sfida tra West Ham e Aston Villa. Le Hammers, in vantaggio già all’8’ con Adriana Leon, si fanno recuperare dalle Villans al 92’ con un gol di Remi Allen.

Il Brighton si conferma in testa alla classifica con sei punti in due partite grazie a una migliore differenza reti. A punteggio pieno ci sono anche Arsenal, Man. United e Tottenham.

Dopo due giornate, Mead si trova in testa sia alla classifica marcatrici (con tre gol, a pari merito con Miedema), che a quella delle assist women (con due assist, a pari merito con McCabe, Toone e Greenwood).

Martina Pozzoli