La domenica calcistica spagnola inizia nel migliore dei modi, con un tranquillo Real Madrid – Atletico Madrid. Il derby cittadino se lo aggiudica la squadra rojiblanca, grazie a due errori della difesa blancos.


Proprio come nella scorsa giornata contro il Levante, il Real subisce un gol nei primi cinque minuti a causa di un errore difensivo. Aurelie Kaci perde malamente la sfera al limite della propria area di rigore, Rasheedtad Ajibade ne approfitta servendo Barbara Latorre che mette in mezzo, la difesa spazza ma il pallone arriva sui piedi di Deyna Castellano che non sbaglia. Le blancos, senza alcun dubbio, possiedono una delle rose più forti del campionato, ma la squadra allenata da David Aznar deve lavorare su alcuni aspetti, come l’atteggiamento adeguato da tenere nei primi minuti dalla partita.


Dopo il gol, il Real Madrid comincia a macinare gioco con i soliti scambi rapidi per poi aprire sulle esterne. Come si era già visto nelle scorse partite il fulcro delle azioni è Athenea Del Castillo, che è letteralmente da tutte le parti.
La giovane giocatrice spagnola, quando riceve palla, punta a tutta velocità Benedicte Simon, instaurando uno dei duelli più belli del match. La difesa dell’Atletico, la maggior parte delle volte, è stata costretta spendere un fallo per fermare la calciatrice del Real, conquistando almeno tre punizioni al limite dell’area.
In più Athena, nei momenti di difficoltà, non ha esitato ad aiutare le compagne in fase difensiva, agendo come un difensore aggiunto.
Dopo un periodo in cui il possesso era esclusivamente del Real Madrid, esce fuori l’Atletico Madrid. La squadra di Oscar Fernandez utilizza la velocità delle sue attaccanti, in particolare Thembi Kgatlana, subentrata all’inizio del secondo tempo.


La sudafricana ha fatto tremare in più occasione i tifosi del Real, ma grazie agli interventi provvidenziali di Ivana Andress, Babet Peter e Misa Rodriguez, l’attaccante dell’Atletico non è riuscita a segnare.
Ad ammutolire i tifosi presenti allo stadio Di Stefano, invece ci pensa Estefania Banini, chiudendo definitivamente i conti. La giocatrice argentina riceve palla larga sinistra, per poi puntare la porta avversaria, per poi calciare la sfera con l’esterno destro beffando la difesa e del Real.
Forse il risultato non rispecchia del tutto la partita del Real Madrid, che esclusi alcuni errori in difesa, non ha giocato per niente male. L’Atletico Madrid, invece è riuscito a sfruttare al meglio gli errori altrui e imporre al meglio il proprio gioco.

Real Madrid – Atletico Madrid 0-2


Real Madrid: Misa Rodriguez; Robles, Ivana Andress, Peter, Olga Carmona (Corredera 84’); Zornoza, Kaci, Athenea Del Castillo; Esther Gonzalez, Nahikari Garcia (Lorena Navarro 76’), Moller Hansen (Asllani 46’).


Atletico Madrid: Lindahl; Simon, Laia Alexandri, Van Dongen, Menayo; Latorre, Meseguer, Maitane Lopez (Sampedro 81’), Banini (Ludmilla 81’); Denya Castellano (Leti Santos 65’), Ajibade (Kgatlana 46’).


Marcatrici: 5’ Castellano, 69’ Banini.


Ammonizioni: 21’ Meseguer, 63’ Latorre, 66’ Simon, 75’ Maitane, 93’ Claudia Zornoza (R).

Valentina Marrè

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *