Il Pomigliano espugna Vinovo superando la Juventus Women per tre reti a uno.

La Juventus trova la seconda sconfitta consecutiva in questa estate di amichevoli. Grazie a un ottimo secondo tempo il Pomigliano allenato da Manuela Tesse infligge alle campionesse d’Italia una pesante sconfitta.

Montemurro schiera un 3 – 5 – 2 lasciando in panchina Caruso, Hyyrynen, Lundorf e Salvai insieme alle ragazze della primavera. Turno di riposo invece per Peyraud Magnin, ancora indisponibili Sembrandt e Pedersen, non rientrata Hurtig. Il Pomigliano di Tesse risponde con un 4-3-1-2 e manda subito in campo le ex Russo e Ippolito.

Al quarto minuto la prima occasione per la Juventus con Staskova che tenta di insaccare un pallone tenuto in campo in maniera rocambolesca da Girelli e con Bonfantini che si avventa sul tiro ma non riesce a battere a rete.

Dopo dieci minuti arriva il vantaggio di casa con la zampata della numero 10 bianconera che deve solo toccare il pallone su cross di un’ispirata Bonfantini da sinistra, servita a sua volta intelligentemente da Bonansea che aveva raccolto un pallone perso dalle avversarie.

Lo stesso terzetto, qualche minuto dopo, imbastisce un’azione che si apre a destra con Bonansea che crossa con il pallone che attraversa tutta l’area di rigore e Bonfantini conclude con un tiro fuori misura.

Al minuto ventidue il cross al centro è di Cernoia, a lavorare la palla prima Bonfantini e poi Staskova ma è Bonansea che non riesce a piazzarla di sinistro. Nel frattempo prova ad affacciarsi in avanti il Pomigliano che guadagna un calcio di punizione da sinistra quasi allo scadere della prima frazione. Aprile non trattiene il pallone e lo allontana centralmente dove Cox agisce da rapace d’aria. Si va negli spogliatoi con il punteggio sull’1-1.

Il Pomigliano torna in campo agguerrito per la ripresa. Moraca prima tenta il tiro da fuori trovando Aprile puntuale e poi mette in mezzo il cross che crea la più ghiotta occasione per la squadra ospite, con Ippolito che impegna la numero 1 bianconera tanto da costringerla ad un doppio intervento. Sull’altro fronte Bonfantini, tentando di entrare in area sulla sinistra, guadagna un calcio di rigore. Va Girelli sul dischetto, Cetinja para. A scampoli dall’ora di gioco, il Pomigliano apparecchia un contropiede sorprendendo una sbilanciata Juventus e, sempre Moraca, dopo  la discesa di Tudisco non spreca l’opportunità. Le bianconere allora cercano il pareggio sull’asse Bonfantini – Staskova ma ad andarci vicino è Nilden che, al minuto 82, fa partire un cross che diventa un tiro e il portiere è costretto a smanacciare per evitare il peggio. All’85 sbaglia Caiazzo, Banusic ne approfitta e, con Soggiu abbondantemente fuori dai palli, non deve fare altro che indirizzare il pallone in rete. 

Il risultato non cambia con il Pomigliano che batte a sorpresa la Juventus. Le due squadre si sfideranno tra poco più di due settimane nella prima giornata di campionato.

Per le campane una vittoria prestigiosa, ottenuta grazie a un buon secondo tempo. La squadra bianconera è attesa ora dal primo impegno ufficiale della stagione in Women’s Champions League e serve una prestazione di tutt’altro spessore.

Juventus Women – Pomigliano 1-3

Marcatrici: 9’ Girelli (J), 43’ Cox (P), 53’ Moraca (P), 83’ Banusic (P)

Juventus: Aprile (dal 71’ Soggiu), Gama (dal 46’ Hyyrynen), Boattin (dal 46’ Caiazzo), Lenzini, Cernoia dal 77’ Nielden, dal 82’ Giai), Rosucci (dal 46’ Skovsen Lundorf), Staskova, Girelli (dal 81’, Bonansea (dal 46’ Caruso), Zamanian, Bonfantini.

A disp. Salvai, Pfattner, Beccari. Allenatore: Joe Montemurro

Pomigliano: Russo (dal 46’ Cetinja), Apicella (dal 71’ Lombardi), Fusini, Schioppo, Ippolito (dal 82’ Varriale), Vaitukaityte (dal 92’ Miroballo), Tudisco, Cox, Banusic, Ferrario (dal 82’ Puglisi), Ferrandi (dal 46’ Moraca).

A disp. Fierro, Capparelli, Panzeri, Aversa, Salvatori Rinaldi. Allenatrice: Manuela Tesse.