L’As Roma è una delle due squadre capitoline nel cuore di molti tifosi, ma allo stesso modo molto importante è evidenziare come le ragazze della rispettiva squadra femminile di calcio facciano progressi sempre più evidenti ogni giorno, soprattutto con la recente acquisizione del nuovo allenatore Alessandro Spugna.

Amos Women’s French Cup

Il prossimo impegno nell’agenda della squadra è il ritiro presso il monte Terminillo, dove a più di 1.500 metri di altitudine le ragazze si alleneranno duramente all’impianto sportivo Enrico Leoncini per prepararsi alla prestigiosa Amos Women’s French Cup che si giocherà a Tolosa dal 4 al 6 agosto. Nel torneo, oltre alla Roma, saranno presenti team di tutto rispetto come Lione, Paris Saint-Germain e Bayern Monaco. Dopo essersi allenate molto nella Capitale, il gruppo è prossimo al ritiro sul Terminillo. La competizione appena citata è molto importante a livello sportivo perché le sole quattro squadre di calcio femminile europeo che si sono dimostrate le migliori possono gareggiare. Un traguardo quindi molto importante che le ragazze del novello allenatore Spugna dovranno far fruttare per raggiungerne uno ancora più ambito: la vittoria e la grande risonanza in tutto il mondo, fiore all’occhiello di una stagione assolutamente positiva per il team.

Alessandro Spugna

Facciamo ora un focus sull’allenatore, new entry nello staff tecnico della squadra giallorossa femminile che vanta già una buona esperienza nel settore, infatti proviene dalla primavera femminile della Juventus. Accolto molto bene dalla squadra, l’allenatore originario di Torino è stato fortemente voluto anche dalla nuova Head of Women’s Football Betty Bavagnoli, coach del team giallorosso dalla fondazione nel 2018. A sua volta, il nuovo tecnico ha ringraziato per l’accoglienza calorosa affermando la sua volontà di dare seguito a un progetto così importante e accompagnare la squadra in una crescita continua per proseguire al meglio l’importante traguardo raggiunto da poco, ossia la vittoria della prima Coppa Italia nella sua storia. Dunque ciò che aspetta le ragazze sono allenamenti duri per raggiungere sempre obiettivi maggiori e tutti noi dovremmo prendere esempio da loro: forza di voltontà, un buon smartwatch per monitorare i progressi e via verso il prossimo traguardo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *