“Divertire e divertirci”. Questo l’obiettivo della nuova ACF Fiorentina femminile targata Patrizia Panico che riprende così un percorso interrotto da giocatrice quando ha vestito la maglia viola nel 2015, nella sua ultima stagione prima di appendere gli scarpini al chiodo e intraprendere il percorso da allenatrice.

“Il primo ringraziamento va alla Federazione per il percorso formativo e di crescita che mi ha permesso di fare negli anni scorsi”, ha dichiarato Panico, “il secondo va a tutta la Fiorentina, dalla società ai tifosi che da quando è stato dato l’annuncio del mio arrivo mi hanno sommersa di messaggi d’affetto”.

Dopo i ringraziamenti al lavoro svolto da chi l’ha preceduta, Mister Cincotta, il direttore sportivo Simone Mazzoncini ha confermato che alla rosa viola manca ancora un’attaccante straniera e un altro paio di elementi.

“La mia squadra sarà ricca di valori sportivi, al di là delle vittorie e delle sconfitte”, ha detto ancora Panico, “cercheremo di mettere in difficoltà qualsiasi squadra. Il mio motto? Non ne ho uno ma se devo scegliere direi: attaccare bene e difendere benissimo. Studiando la squadra mi sono resa conto che abbiamo margini di miglioramento importanti. Non mi piace avere un solo sistema di gioco, piuttosto vorrei che ogni giocatrice sappia riconoscersi in ogni sistema e interpretarlo al meglio”.

Per Panico, favorita d’obbligo sarà ancora una volta la Juventus. “Il campionato di serie A è sempre più affascinante ma di certo non è livellato”, ha proseguito, “sarà una stagione difficile con tre retrocessioni. Tante squadre si stanno rinforzando a cominciare da Milan, Roma e Sassuolo e con loro ci metto anche la Fiorentina, compagini che partono tutte da un organico già molto competitivo”.

Un’attenzione particolare alle giovani. “Faremo un lavoro psicologico, fisico e tattico, soprattutto le ragazze più giovani hanno bisogno di acquisire consapevolezza nei propri mezzi. Il nostro intento? Entrare in campo, ogni partita, con la consapevolezza di poter battere chiunque. Poi faremo i conti a fine stagione”.

Per finire una battuta sulla vittoria della Nazionale maschile agli Europei. “Un successo che ha dato a tutto il popolo italiano un senso di rinascita e che potrà aiutare il calcio in generale, giovanile e femminile. È il momento di investire nel primo e di vedere il secondo non più come un peso ma come una risorsa da parte di tutte le società”.

La rosa definitiva verrà resa nota lunedì 19 luglio quando inizieranno le visite mediche, seguite dai test fisici. Poi la squadra andrà in ritiro a Roccaporena (una frazione di Cascia, in provincia di Perugia) fino al 13 agosto. A Firenze, invece, la squadra si allenerà al centro sportivo Davide Astori, in attesa del Viola Park previsto per l’anno prossimo.

Tiziana Pikler
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *