È della giornata di oggi la comunicazione della FIGC in merito al procedimento avviato dalla Procura Federale a carico del Milan, reo di non aver iscritto alcuna selezione al Campionato Primavera Femminile 2020/2021. A conclusione delle indagini, dopo un accordo tra le parti, alla società va un’ammenda di 30.000 euro, di 5.000 invece la sanzione riservata all’amministratore delegato Ivan Gazidis.

Come si legge nella nota, quest’ultimo è stato ritenuto responsabile per il mancato rispetto sia del sottoscritto impegno di partecipazione al Campionato Primavera, sia di quanto approvato sottoscrivendo la dichiarazione legata all’attestazione della FIGC, relativa al tesseramento di un allenatore responsabile della squadra iscritta al Campionato Primavera abilitato dal Settore Tecnico.

Redazione L Football

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *