Il 9 giugno si svolgerà un Consiglio Federale che potrebbe cambiare il format del campionato di Serie A femminile.

I lavori avranno inizio alle ore 11.30 presso “PratiBus District”, la struttura che ospita “Casa Azzurri” in occasione di Euro 2020.

All’ordine del giorno ci sono i seguenti punti che riguardano il calcio femminile:

  • modifiche format Campionati Femminili;
  • disposizioni concernenti le competizioni organizzate dalla Divisione Calcio Femminile, adempimenti per l’ammissione ai campionati nazionali di Serie A e B, termini di tesseramento stagione sportiva 2021/2022;
  • procedure e criteri per l’integrazione degli organici dei campionati di Serie A e Serie B 2021/2022 della Divisione Calcio Femminile.

L’idea è quella di ridurre il numero delle squadre che partecipano alla massima competizione da 12 a 10 a partire dalla stagione 2022/23. Questo per permettere una maggior sostenibilità economica per le società in vista del passaggio al professionismo.

Il numero delle partite aumenterà ed è probabile le squadre tra di loro si incontreranno più di due volte.
La riduzione del numero di partecipanti alla Serie A potrebbe avvenire attraverso la retrocessione di 3 club e con la promozione dalla Serie B alla A di una sola squadra.

Allo studio anche altre ipotesi che interessano il campionato cadetto.