Le Azzurre superano in amichevole l’Olanda sfoggiando un’ottima prestazione

Allo Stadio “Paolo Mazza” di Ferrara le azzurre riprendono il cammino verso Euro 2022 dopo aver staccato il pass di partecipazione circa tre mesi fa. Proprio nello stadio che decretò, grazie alla vittoria sul Belgio, l’approdo della nazionale italiana ai Mondiali di Francia 2019, le Azzurre incontrano i Paesi Bassi, squadra che a Valenciennes pose fine alla cavalcata del sogno mondiale italiano.

Un test sicuramente probante per le ragazze di Milena Bertolini che vogliono riprendere la strada verso la prossima competizione continentale con il piede giusto sfidando la squadra orange, vicecampione del Mondo e campione d’Europa in piena preparazione per i Giochi Olimpici di Tokyo.

Entrambe le formazioni cambiano molto: l’Italia si schiera in campo con un modulo sulla carta più offensivo, con la difesa a tre e le ali alte Boattin e Soffia a dare supporto al duo d’attacco juventino Bonansea – Girelli mentre la squadra di Wiegman priva di Miedema per una condizione fisica non ottimale lascia ai box anche Martens. Italia che dunque, reduce dall’esperienza mondiale proprio contro l’Olanda, vuole dare maggiore densità ed intensità sulle fasce, sia in fase offensiva che difensiva.

Al 14’ minuto si sblocca il risultato in favore delle Azzurre: è Girelli che, su calcio di rigore procurato da Bonansea, porta avanti le sue battendo Van Veenendaal.

Foto Alessandro Sabattini/Getty Images)

Un’Italia brillante, aggressiva e compatta riesce con assetto ordinato a chiudere le trame centrali delle olandesi che invece sembrano più compassate, appesantite e prive di idee. Il possesso palla olandese è sterile e deficitario della qualità di Miedema e Martens, l’ottimo pressing italiano nella trequarti offensiva chiude puntualmente ogni sbocco offensivo.

Al 41’ un’incomprensione tra Gama e Giuliani rischia di dare la possibilità a Van de Donk di ristabilire l’equilibrio, fortunatamente il suo destro non inquadra lo specchio della porta.

Il primo tempo si chiude senza altre azioni degne di cronaca ma con due enormi certezze: Arianna Caruso e Angelica Soffia; la prima è un perno sicuro a centrocampo, precisa nel posizionamento difensivo e qualitativamente fondamentale per la manovra d’attacco mentre la seconda affronta la fascia destra senza timore reverenziale, proponendosi con i tempi giusti e mettendo in difficoltà Groenen.

La seconda metà di partita ricalca esattamente i primi quarantacinque minuti: Italia sicura dei suoi mezzi e Olanda in difficoltà nella fase di costruzione e finalizzazione.
Al 54’ Van de Donk viene però pescata perfettamente sola a centro area da un bel cross sulla destra, il suo colpo di testa però si perde docilmente fra le braccia di Giuliani.

Primi cambi tra le fila azzurre: Girelli lascia il posto a Giacinti e Serturini entra per Cernoia. Proprio dai piedi delle due nuove entrate parte una delle azioni più belle dell’intero match: splendido tacco di Giacinti per Serturini, l’assist dell’ala romanista trova Bonansea poco lesta a mettere in rete il doppio vantaggio.
Al 75’ Bertolini mette in campo altre forze fresce: Cantore per Bonansea e Rosucci per Giugliano.
Dopo dieci minuti, Serturini viene perfettamente imbeccata in profondità da Caruso: la sua conclusione da lontano trova però il portiere olandese in perfetta posizione e pronta ad intercettare la conclusione.

All’85’ un altro cambio per le azzurre: Lenzini entra al posto di Linari. Occasione per Giacinti al 91′ in area di rigore ma l’attaccante calcia debolmente di sinistro da buona posizione.

Non cambia più il risultato a Ferrara. Dopo cinque minuti di recupero l’arbitro fischia la fine. Una partita che proietta le ragazze azzurre in piena fiducia verso la prossima amichevole che si giocherà contro l’Austria. Anche oggi la sensazione che l’Italia stia crescendo sempre più si tocca con mano, Bertolini ha ormai a disposizione una rosa davvero ampia dove ognuna riesce a dare il suo personale apporto con sicurezza da veterani.

ITALIA – OLANDA 1-0 (14’ Girelli)

ITALIA (3-4-3): Giuliani; Bartoli, Linari, Gama; Soffia, Caruso, Giugliano, Cernoia, Boattin; Bonansea, Girelli. All.: Milena Bertolini

OLANDA (4-2-3-1) Van Veenendaal; Folkertsma, Nouwen, Van der Gragt, Van Dongen; Spitse, Groenen; Jansen, Van de Donk, Beerensteyn; Snoeijs. All.: Sarina Wiegman

Foto: Jonathan Moscrop/Getty Images)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *