Niamh Charles, l’ex “arma segreta” del Liverpool la scorsa estate ha lasciato il club per cui ha sempre tifato per andare al Chelsea “per progredire nella sua carriera e sfidare sé stessa”.

Tifosa del Liverpool, Charles è entrata nell’accademia giovanile dei Reds dopo essere stata scoperta mentre giocava per una squadra maschile locale. La giocatrice classe ’99 dopo aver fatto il suo debutto con la maglia della sua squadra del cuore a sedici anni ha collezionato in totale undici gol e cinquantanove presenze in WSL.

“Ricordo che il nostro direttore tecnico all’epoca rimase sbalordito dal suo talento” ha detto a BBC Sport l’ex allenatrice del Liverpool Vicky Jepson. “È stata la miglior giocatrice in quel provino e ha rubato la scena”.

“La differenza tra Niamh e la maggior parte delle altre era che si sarebbe presentata un’ora prima per lavorare sul suo piede più debole” ha aggiunto Jepson. “Parlavo regolarmente delle giocatrici più giovani con [l’ex allenatore del Liverpool] Scott Rogers e lui chiamava Niamh la sua ‘arma segreta’”.

Con Jepson in panchina Charles diventa un pilastro della prima squadra. Nel novembre 2019 realizza anche un altro sogno: giocare ad Anfield il derby del Merseyside contro l’Everton (vittoria dell’Everton per 0-1).

“Anche solo essere nell’accademia e andare ad allenarsi con una maglia del Liverpool è stato speciale. Sono così grata di aver avuto l’opportunità di farlo e di vivere il mio sogno d’infanzia” ha raccontato Charles alla BBC. “Ci sono foto di me da bambina ad Anfield con addosso il mio kit [del Liverpool], quindi quando mi fermo e ci penso aver avuto modo di farlo come giocatrice è speciale”.

Quando la scorsa estate il Chelsea ha bussato alla sua porta, Charles non ha potuto dire di no. “È stata una decisione difficile partire perché era tutto ciò che avevo sempre conosciuto, ma era il momento giusto per progredire nella mia carriera e sfidare me stessa”.

Se a Liverpool giocava come esterno alto, a Londra si è ritagliata uno spazio principalmente come terzino.

In questi pochi mesi a Londra ha vinto 2 trofei, giocato a Wembley e ha anche esordito nella nazionale maggiore contro la Francia. L’allenatrice delle Blues Emma Hayes l’ha definita come “grande giocatrice per l’Inghilterra”.

“Voglio essere la migliore possibile. Ho capito la posizione privilegiata in cui mi trovo con queste incredibili giocatrici e allenatrice” ha detto la ventunenne. “La cosa più importante che ho notato per la prima volta, soprattutto durante il precampionato, è stata la crescita tattica e le informazioni che stavo ottenendo in campo” e questo l’ha “davvero aiutata a capire il gioco”.

Secondo Jepson Charles ha “messo un’altra marcia” da quando è arrivata al Chelsea.“Niente è mai abbastanza buono per Niamh: vuole la perfezione. Penso che la mentalità vincente sia qualcosa che ha avuto fin dalla tenera età”.

Per il futuro, Charles vuole “vincere il più possibile”. “Voglio sapere che ho massimizzato ogni giorno per migliorare” spiega. “Voglio competere ai massimi livelli e giocarmi i trofei ogni anno. Voglio solo vincere e sapere che alla fine della mia carriera ho fatto il più possibile e mi sono divertita”.

Martina Pozzoli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *