La Juventus Women batte 2-0 il Napoli e conquista il suo quarto scudetto consecutivo. Una marcia trionfale quella delle ragazze allenate da Rita Guarino che hanno vinto tutte le gare sin qui disputate in campionato.

Contro le partenopee è arrivata la ventesima vittoria in altrettante partite. Le reti portano la firma di Cristiana Girelli e Barbara Bonansea.

La Cronaca del match

La prima occasione bianconera, all’8’, è per Cristiana Girelli, ma il suo calcio di punizione poco fuori dal limite dell’area finisce alto sopra la traversa.

A sbloccare il risultato è proprio Girelli, al 19’. Maria Alves con un cross trova la testa di Girelli, che da posizione ravvicinata tira addosso a Sabrina Tasselli. Il pallone respinto dal portiere del Napoli, però, torna tra i piedi della numero 10 bianconera, che questa volta non sbaglia il facile tap-in e segna il suo gol numero cinquanta in Serie A con la maglia della Juventus.

Al 23’ c’è la prima occasione per il Napoli, con il tiro di controbalzo di Evdokiya Popadinova che non crea alcun pericolo per Laura Giuliani.

Al 29’ la Juventus trova il raddoppio ancora una volta con un assist di Alves. Questa volta la destinataria è Barbara Bonansea, che trova il gol un destro al volo dal limite dell’area piccola.

Nemmeno sessanta secondi dopo il Napoli cerca di riaprirla con una grande occasione per Eleonora Goldoni. La numero 16, nell’area bianconera, si accentra rientrando sul sinistro, ma Giuliani in uscita le dice di no.

Nel finale di primo tempo anche Andrea Staskova cerca di mettere la propria firma nel tabellino delle marcatrici, senza fortuna. Al 38’ ci prova in acrobazia su cross di Alves, poi al 42’ su calcio di punizione, ma in entrambo i casi calcia alto.

Anche nella seconda frazione di gioco la prima occasione è per Girelli, ma la sua conclusione finisce di poco a lato.

Ci prova poi Arianna Caruso col sinistro dalla distanza, ma la sua conclusione finisce abbondantemente alta (52’). Poi ci prova Staskova, che però perde il tempo per il tiro facendosi chiudere da Paola Di Marino (55’).

Al 60’ altra occasione bianconera nata da un cross di Alves. Sul pallone vagante nell’area del Napoli Matilde Lundorf cerca lo stop e il tiro, ma calcia alto. Al 70’ a provarci è Bonansea con il destro da fuori, ma la sua conclusione si stampa sull’incrocio dei pali.

Un minuto più tardi arriva anche la prima occasione del Napoli del secondo tempo. Il tiro di Cafferata, però, non impensierisce troppo Giuliani.

Passano ancora pochi secondi e la Juve trova un’altra traversa, questa volta con la conclusione dalla distanza di Girelli.

All’86’ occasione per Annahita Zamanian, ma Tasselli in uscita è brava a negarle la gioia del gol. È l’ultima vera e propria occasione per la squadra di casa.

La Juventus conquista così lo scudetto con due giornate di anticipo.

Juventus Women – Napoli 2-0
Reti: 19′ Girelli, 28′ Bonansea

Juventus Women (4-4-2): Giuliani; Lundorf (70′ Hyyrynen), Gama, Salvai (57′ Sembrant), Boattin; Maria Alves (81′ Berti), Caruso, Rosucci, Bonansea; Girelli, Staskova (57′ Zamanian). All. Guarino. A disp. Bacic, Soggiu, Pedersen, Cernoia, Galli

Napoli (4-1-4-1): Tasselli; Cafferata (75′ Fusini), Di Marino, Arnadottir, Oliviero; Pedersen; Popadinova (75′ Rijsdijk); Goldoni, Errico (85′ Kubassova), Hjohlman (63′ Capparelli); Nocchi. All. Pistolesi. A disp. Groff, Risina, Nencioni, Huchet, Boaglio

Arbitro: Galipò di Firenze

Ammonite: 52′ Rosucci, 83′ Bonansea

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *