Il Milan pareggia 0-0 in casa del Sassuolo e si qualifica per la Champions League 2021-22.

La prima occasione è per il Sassuolo, con il tiro di Davina Philtjens che, dopo circa un minuto di gioco, trova l’opposizione di un difensore.

Al 9’ altra opportunità per la squadra di casa. Haley Bugeja dopo aver saltato un’avversaria entra in area e cerca Valeria Pirone, ma Yui Hasegawa anticipa la numero 9 neroverde.

Un minuto più tardi la stessa Hasegawa è protagonista dall’altra parte del campo con la prima conclusione per le rossonere, ma il tiro dalla distanza della giapponese finisce abbondantemente a lato.

Pochi secondi dopo anche il Sassuolo ci prova da fuori area con il mancino di Erika Santoro che trova la parata di Selena Babb. Il portiere olandese è oggi all’esordio in Serie A, complice l’espulsione di Maria Korenciova settimana scorsa contro la Fiorentina.

Al 16’ Valentina Giacinti cerca l’eurogol in acrobazia dopo l’uscita a vuoto di Diede Lemey, ma il pallone della capitana del Milan non inquadra la porta.

Hasegawa ci prova ancora dalla distanza, questa volta su punizione al 21’, ma colpisce in pieno la barriera. Due minuti più tardi il Milan va vicino al gol ancora con la numero 4, che questa volta colpisce il palo.

Al 32’ occasione rossonera con il destro in diagonale di Christy Grimshaw che sfiora il palo.

Girmshaw e Hasegawa sono protagoniste anche dell’occasione del Milan costruita al 38’. Dal limite dell’area la giapponese si sposta il pallone sul sinistro e calcia, trovando l’opposizione di Lemey. Valentina Bergamaschi tiene in campo il pallone e con un cross trova Grimshaw, che tutta sola colpisce male di testa.

Allo scoccare del primo minuto di recupero Giacinti prova il gol di tacco, ma Lemey non si fa sorprendere. Sulla respinta si avventa Hasegawa, il cui tiro è murato involontariamente dalla testa Giacinti.

Nei primi minuti della ripresa Giacinti ha due occasioni piuttosto ravvicinate. Al 52’ la numero 9 rossonera ci prova con un destro dal limite, su cui Lemey si salva in angolo. Al 54’ Vero Boquete con un lancio cerca e trova in area di rigore Giacinti, che però non aggancia il pallone.

Al 63’ occasione clamorosa per la squadra allenata da Maurizio Ganz. Lemey e Giacinti lottano su un pallone sulla linea di fondo. Grimshaw arriva in soccorso della capitana rossonera e ruba palla al portiere neroverde. Con quattro giocatrici del Milan nell’area avversaria e la porta spalancata, la scozzese sceglie la soluzione personale ma si fa murare il tiro da Maria Luisa Filangeri, che salva sulla linea.

Due minuti più tardi il Sassuolo ci prova con un colpo di tacco di Martina Tomaselli, che però non inquadra la porta.

Al 68’ le neroverdi pareggiano il conto dei pali con Bugeja. L’attaccante maltese, dopo la triangolazione con Pirone, scavalcare Babb col sinistro, ma la sua conclusione si ferma sul palo.

Al 75’ Valeria Monterubbiano da posizione ravvicinata viene murata da Laura Fusetti. Il pallone rimane lì ma la numero 11 neroverde non riesce a trovare il tempo per riprovare e alla fine Fusetti libera l’area di rigore.

Nei minuti finali entrambe le squadre provano a cercare il gol, ma, complice anche la stanchezza, manca spesso la precisione nell’ultimo passaggio o davanti alla porta. Finisce 0-0.

Con questo risultato il Milan mette al sicuro il proprio secondo posto in classifica e porta a casa la prima storica qualificazione alla Champions League, dopo averla mancata per due anni consecutivi.

Martina Pozzoli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *