Nell’ultima giornata della Women’s Super League il Chelsea batte il Reading e conquista il titolo di campione d’Inghilterra. Retrocesso il Bristol City.

Il Chelsea vince 5-0 contro il Reading. Alle Blues sono bastati appena un minuto e otto secondi per trovare il gol del vantaggio grazie a Melanie Leupolz. Il gol della centrocampista tedesca è il gol più veloce di questa stagione in WSL. A mettere in cassaforte il risultato e il campionato ci pensano poi la doppietta di Fran Kirby (43’ e 57’) e i gol di Sam Kerr (71’) ed Erin Cuthbert (76’).

Il Chelsea conquista così la sua seconda WSL consecutiva, la quarta della sua storia (dopo quelle del 2015, 2017-18, 2019-20). Le Blues in questa stagione hanno già messo in bacheca, oltra alla WSL, anche la Continental Cup e possono ambire a uno storico poker, essendo ancora in corsa per la Champions League e la FA Cup.

Inutile per il Manchester City la vittoria per 0-1 sul campo del West Ham. A sbloccare il risultato è il gol di Ellen White al 75’. Il City avrebbe potuto passare in vantaggio già nel finale di primo tempo su calcio di rigore, ma, Sam Mewis si era fatta parare il rigore da MacKanzie Arnold. All’83’ il portiere delle Irons ha parato anche un rigore a Rose Lavelle.

L’Arsenal chiude il campionato con uno 0-0 contro l’Aston Villa. Le Villans mettono fine alla serie di nove vittorie consecutive delle Gunners (otto in campionato, una in FA Cup) iniziata proprio nella gara di andata del 28 febbraio (Aston Villa-Arsenal 0-4).

Il Manchester United vince 2-0 in casa contro l’Everton. United in vantaggio dopo appena sei minuti grazie al gol di Ella Toone. Il gol del definitivo 2-0 arriva nel finale del secondo tempo con Kirsty Hanson (89’).

La sfida tra Birmingham City e Tottenham finisce 0-1 per le Spurs. Decisivo il gol di Kit Graham al 71’.

Brighton & Hove Albion vince 3-1 contro Bristol City. Brighton già avanti al settimo minuto grazie a Maya Le Tissier. La squadra di casa trova poi il raddoppio con Lee Geum-min (52’). Al 61’ il Bristol accorcia le distanze con Abi Harrison, ma al 76’ il Brighton riporta a due i gol di distanza grazie a Inessa Kaagman. Le Robins salutano così la Women’s Super League e retrocedono nella FA Women’S Championship.

Per quanto riguarda la classifica marcatrici, dopo due anni di dominio, Vivianne Miedema deve cedere il posto a Sam Kerr. L’attaccante australiana, infatti, vince il titolo di miglior marcatrice con i suoi ventuno gol in WSL. Miedema, invece, si deve accontentare del secondo posto con diciotto gol. Chiude il podio Fran Kirby, con sedici reti.

Kirby è anche prima nella classifica delle assistwomen, con undici assist, al pari di Chloe Kelly e Katie McCabe.

Martina Pozzoli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *