Le calciatrici argentine chiedono azioni dure e pesanti nei confronti di un allenatore della Federazione per molestie sessuali

La FIFPRO, il sindacato mondiale che rappresenta calciatrici e calciatori, ha fatto sapere di essere al fianco delle calciatrici argentine che hanno presentato un reclamo al Comitato Etico FIFA nei confronti di un allenatore federale.

Le giocatrici hanno denunciato, con la presentazione anche di prove, il comportamento di un tecnico che lavora da anni nella Federazione calcistica argentina.

Le accuse sono molto pesanti e si parla di “uso di posizione di potere nel calcio femminile in Argentina per molestare sessualmente e bullizzare ragazze adolescenti di 14 anni che perseguivano il loro sogno di diventare calciatrici”.

Sul sito della FIFPRO si legge: “In quello che avrebbe dovuto essere un ambiente sicuro, le calciatrici sono state sottoposte a minacce e commenti di natura violenta e sessualmente esplicita”.

A causa della natura estremamente grave di questi reati, la FIFPRO ha chiesto alla FIFA di rimuovere immediatamente l’allenatore dal suo incarico.

A seguito del comunicato rilasciato dalla FIFPRO, la AFA, la Federcalcio argentina ha pubblicato una nota dicendo che “fornirà tutta la collaborazione necessaria all’indagine nel caso in cui l’organo competente della FIFA lo richieda e si atterrà pienamente e assolutamente alla delibera emessa dopo il processo”.

“La Federcalcio argentina seguirà da vicino l’evoluzione della vicenda e, vista la sua gravità, adotterà con fermezza tutte le misure necessarie al fine di tutelare l’integrità delle calciatrici”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *