In un’intervista a SempreMilan.com Vero Boquete ha parlato della sua esperienza al Milan.

“Il Milan è un club storico e importante, poter giocare con questa maglia è un privilegio” ha dichiarato Boquete. “Dopo la stagione in National Women’s Soccer League e dopo la stagione strana causata dal covid volevo giocare subito e non aspettare che ricominciasse il campionato negli Stati Uniti, quindi tornare in Europa era una delle mie priorità. E il Milan è una sfida. Un paese nuovo e un nuovo campionato, un progetto ambizioso con la squadra femminile… era davvero interessante e ho deciso di venire qui”.

Prima di arrivare in Italia, la trentaquattrenne ha giocato in Spagna, Usa, Russia, Svezia, Germania, Francia e Cina, portandosi dietro qualcosa da ognuno di questi paesi. “Ogni paese ha uno stile differente, caratteristiche differenti e diverse metodologie di allenamento. Cerco di adattarmi e assorbire tutto ciò che posso, mi fa essere una giocatrice migliore. Oggi posso adattarmi a diversi stili di gioco, diversi sistemi, capisco meglio il gioco, riconosco le varie situazioni più facilmente e prendo le decisioni più velocemente”

La calciatrice spagnola, dunque, ha portato con sé in Italia tutta la sua esperienza internazionale: “Sono una giocatrice esperta, gioco da professionista da 15 anni, ho giocato nei migliori campionati. Quindi spero di poter aiutare la mia squadra a migliorare, a giocare meglio, a qualificarsi per la prossima Champions League e, perché no, a lottare e vincere qualche titolo. E allo stesso tempo aiutare il calcio femminile in Italia, ricevendo attenzione, rispetto e considerazione”.

Sulla possibilità che in futuro sbarchino in Italia altre giocatrici del suo livello la sua risposta è affermativa: “L’Italia ha iniziato in ritardo e va piano, ma il calcio femminile sta crescendo e ricevendo sempre più supporto, organizzazione e attenzione. Sono sicura che nei prossimi anni ci saranno altre giocatrici di calibro internazionale a venire qui”.

Il contratto di Boquete scade il 30 giugno, ma l’ex capitano della Spagna lascia la porta aperta al rinnovo: “Certo che c’è una possibilità! Ad oggi sono concentrata sull’aiutare la squadra a fare una grande stagione. Alla fine della stagione, io e il club vedremo se saremo contenti di questo rapporto”.

Per una calciatrice che ha vinto tutto ovunque è andata c’è ancora un sogno che le piacerebbe realizzare: giocare a San Siro. Quando Milan e Juventus si erano sfidate al Meazza lo scorso 5 ottobre, infatti, Boquete era ancora una giocatrice delle Utah Royals. “Sono cresciuta pensando che non sarebbe stato possibile per me anche solo sognare di giocare in stadi così grandi e importanti. Senza dubbio giocare a San Siro sarebbe un sogno e un momento davvero importante della mia carriera”.

Per l’intervista completa clicca qui.

Martina Pozzoli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *