Le formazioni l’avevano predetto: la gara tra NY/NJ Gotham FC e North Carolina Courage sarebbe stata degna di essere vissuta. A inaugurare il terzo turno di NWSL Challenge Cup, ma la seconda partita del torneo per entrambe le squadre, ci pensano i grandi ritorni dalle rispettive nazionali. Se la squadra di casa infatti poteva vantare un tridente d’attacco con Midge Purce, finalmente nel suo ruolo più congeniale, e Carli Lloyd, con Evelyne Viens a disposizione in panchina, anche il Courage si ritrovava più arricchito con Lynn Williams di nuovo in formazione.

Le premesse si notano immediatamente, quando entrambe le squadre iniziano ad affacciarsi alle reciproche end zone. Ma l’infortunio di Erceg e l’assenza di Dahlkemper e Mewis rivelano una problematica verità sulle retrovie del Courage. In un primo affondo letale, Purce recupera palla all’altezza del centrocampo e con maturità e determinazione, conquista il campo e taglia l’alta e disorganizzata difesa, finalizzando perfettamente un’azione personale.

Ma alla debolezza difensiva della squadra di Paul Riley corrisponde un’imprecisione a metà campo di Gotham ma soprattutto una rodata alchimia tra Jessica McDonald e Debinha. In pochi minuti infatti, il Courage ribalta il risultato con due offensive speculari. Debinha e Williams impostano le azioni ma è McDonald che sulla fascia usa velocità, fisicità ed esperienza per sfuggire in ogni modo alla pressione difensiva e servire al centro l’attaccante brasiliana che in entrambi i casi con un piatto riesce a superare l’estremo difensore.

Gotham non si arrende. Le debolezze difensive della squadra ospite resistono e possono approfittarne. Sulla sinistra, la progressione di Paige Monaghan è inarrestabile, tanto che giunta ormai oltre la backline e in prossimità del primo palo, l’attaccante fa partire un tiro all’interno veloce e insidioso che quasi certamente avrebbe portato il pallone in rete anche senza il tocco di Purce. Doppietta per la giovane statunitense ma meriti condivisi con Monaghan.

La formazione di Freya Coombe non si ferma. Il fraseggio funziona bene, i reparti si trovano facilmente sulle basi di Sky Blue FC. E la dimostrazione avviene quando Imani Dorsey permette a Carli Lloyd di fare ciò che sa fare meglio. Una preziosa passa filtrante tra i centrali di difesa lascia che Lloyd si liberi senza troppe difficoltà e sola davanti al portiere, mette dentro il pallone del 3-2.

L’intervallo concede a questa partita infuocata di placare le temperature. Ma la seconda frazione riprende esattamente dal punto in cui era stata interrotta. Al rientro, Jessica McDonald, al momento una delle migliori protagoniste del torneo, non si tira indietro da uno contrasto aereo col portiere e oltre uno scontro spalla contro spalla trova anche il pallone che colpito di testa supera Didi Haracic e si deposita in rete. 3-3.

Gotham riprende la sua cavalcata. La squadra crede nella vittoria e non la lascia andare facilmente. L’assedio di Gotham viene intervallato da poche e timide iniziative del Courage ma Lloyd e Purce impostano le sorti della partita fin da centrocampo. Purce copre un pallone recuperato, Lloyd le viene incontro e se ne fa carico. L’appoggio per Eddy al centro è delicato, setoso, e allo stesso modo Eddy chiude la triangolazione servendo Ifeoma Onumonu ancora fulminea sulla fascia dopo 90 minuti. L’attaccante supera la copertura difensiva, si immette in area, e pur essendo braccata prova a superare Casey Murphy. Ma una palla che poteva rivelarsi gestibile diventa il colpo del k.o. quando la canadese Viens, di ritorno da due ottime prestazioni con la Nazionale, la devia in rete oltre il portiere.

Termina 4-3 la partita inaugurale della terza settimana di Challenge Cup. NY/NJ Gotham FC sembra puntare alla rivelazione che era stata Houston Dash nella prima edizione del torneo. Il suo gioco è divertente e la formazione presenta una serie di possibilità di costruzione offensiva. Il Courage viene tenuto a galla dalla coppia McDonald-Debinha ma non basta per colmare le lacune difensive lasciate dalle statunitensi del Manchester City e dalla cessione di Crystal Dunn.

Il terzo turno di Challenge Cup è appena cominciato e già promette fuochi d’artificio.

Rita Ricchiuti
© RIPRODUZIONE RISERVATA