L’attaccante della ACF Fiorentina Femminile Martina Piemonte è stata protagonista del format “Team Talk” a cura della società toscana.

Queste le parole di Martina: “La pausa di due settimane in um momento di crescita non è mai il massimo, ma penso ci sia servita per allenarci insieme. Abbiamo fatto dei grandi allenamenti e non tutto nasce per nuocere. Siamo attese dalla partita contro la Roma e non è una partita semplice ma all’andata abbiamo pareggiato. Sicuramente arriveranno agguerrite e vorranno portare a casa i tre punti.”

“L’aspetto più pericoloso della Roma? Elisa Bartoli (ride ndr) per me è un esempio: è una leader, da sempre il massimo. In campo non tira mai indietro la gamba, sono una squadra aggressiva. Penso però siano tutte quante pericolose: penso a Annamaria Serturini, Lindsey Thomas, Manuela Giugliano. Tante individualità importanti.”

“Loro sono ancora in gioco in Coppa Italia ma conoscendo l’ambiente vi dico che ragionano partita dopo partita. Quindi verranno qui a Firenze pensando alla partita contro di noi, dopo si concentreranno sul ritorno di Coppa Italia.”

Nella stagione 2018-2019 Piemonte ha giocato nella AS Roma e spiega: “Da ex è normale che giocare contro la vecchia squadra faccia effetto. Per me Roma è stata come una seconda squadra quindi rivedere l’ambiente e le compagne è sempre un’emozione. Però darò tutto per portare a casa i tre punti. In questa stagione ho avuto alcuni stop ma dalle cose negative mi piace trarre il buono e quindi mi sento molto bene e ho voglia di dare tutto quello che ho in queste partite che ci mancano”

“Sono contenta per Danila Zazzera: dieci mesi fuori dal campo sono tanti ma soprattutto l’operazione che ha fatto è complicata. Vedi la tua vita davanti e ti chiedi perché sia capitata proprio a te. Lei l’ha affrontata davvero con coraggio, nonostante le paure. Io sono contenta di vederla qui adesso e molto orgogliosa di lei. Mi ricordo quando le hanno detto che poteva tornare e piangeva. Cercherò da compagna di squadra di aiutarla e abbracciarla più che posso.” conclude Martina.

Miriana Cardinale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *