La Juventus supera 3-0 il Sassuolo e ottiene la diciottesima vittoria in altrettante partite. Una striscia incredibile quella della ragazze allenata da Rita Guarino che vedono la conquista del quarto Scudetto consecutivo molto vicina. Il vantaggio sul Milan resta di sei punti quando mancano quattro partite al termine del campionato.

Doppietta per Valentina Cernoia e un gol per Maria Alves subentrata nel secondo tempo a Lina Hurtig.

La cronaca del match

Allo stadio Enzo Ricci va in scena il big match di giornata tra Sassuolo e Juventus Women. Prima e terza forza del campionato. Le bianconere fin qui hanno ottenuto solo vittorie, diciassette in altrettante partite.

La squadra emiliana è lontana 11 punti dalle avversarie ma l’obiettivo del club neroverde è il secondo posto occupato dal Milan.
Punti importanti in palio per entrambe le squadre. La Juventus per avvicinarsi al quarto scudetto consecutivo mentre le ragazze di Piovani credono ancora nella qualificazione alla Champions League.

In panchina due delle protagoniste più attese: Cristiana Girelli e Haley Bugeja. La prima per i postumi di una botta rimediata in nazionale la seconda perché non al meglio per i soliti problemi fisici avuti in questa seconda parte di stagione. Assenti anche Aurora Galli per infortunio e Kamila Dubcova e Davina Philtjens.

Neroverdi in campo con Lemey in porta, centrali di difesa Filangeri e Orsi, mentre ai lato ci sono Lenzini e Santoro. A centrocampo Mihashi, Brignoli, Tomaselli e Battelani a supporto delle attaccanti Cambiaghi e Pirone.

La Juventus risponde con Giuliani in porta, linea difensiva composta da destra verso sinistra da Hyryynen, Gama, Salvai e Boattin. A centrocampo Rosucci Pedersen e Caruso, in attacco Hurig e Cernoia a supporto della punta centrale Staskova.

Partenza aggressiva del Sassuolo che prova a far capire all’avversario di non avere timori reverenziali. La Juventus cerca di costruire ma fa buona guardia la difesa del Sassuolo in marcatura sulle attaccanti.
La prima occasione del match è capitata all’11’ sui piedi di Rosucci che sugli viluppi di un angolo colpisce una palla vagante in area ma para Lemey.

Un minuto dopo grande occasione per Hurtig che entra in area palla al piede, ostacolata da Filangeri, cade a terra ma riesce a calciare e il portiere del Sassuolo respinge. Dubbi sul contatto tra le due giocatrici prima del tiro della svedese.
Al 18’ ci prova Staskova ma il suo tiro viene respinto in scivolata da Orsi.

Sugli sviluppi di una progressione di Valeria Pirone, Pedersen commette fallo e viene ammonita. Poco più tardi giallo anche per Santoro per ostruzione.

Occasione per il Sassuolo al 32′ con una palla messa al centro dell’area dove non però non arriva nessuno.

Al 36′ conclusione dalla lunga distanza di Pirone nel tentativo di sorprendere Giuliani con un pallonetto, ma palla di poco alta sulla traversa.

Si rivede la Juventus dalle parti di Lemey al 40′ con un filtrante di Cernoia per Hurtig, quest’ultima restituisce la palla alla numero 7 che calcia in porta ma palla ribattuta dalla difesa. Ci prova anche Rosucci ma tiro debole.

Al 41′ azione di Caruso in area defilata sulla destra supera Lenzini contatto tra le due e per l’arbitro si tratta di calcio di rigore.

Dal dischetto si presenta Valentina Cernoia che non sbaglia spiazzando Lemey. Juventus in vantaggio e terzo gol in stagione per Cernoia.

La Juventus ancora pericolosa al 43′ con una bella azione di Rosucci sulla destra, palla messa in mezzo e tiro di Pedersen deviato in angolo.

Si chiude il primo tempo con la squadra bianconera in vantaggio per 1-0.

Dopo due minuti dall’inizio del secondo tempo la Juventus raddoppia. Hurtig va via sulla destra mette al centro dove arriva Cernoia che di sinistro insacca. Doppietta per la numero 7 bianconera.

Al 51′ punizione di Battelani dalla sinistra, palla di poco alta sulla traversa. Un minuto dopo ci prova Rosucci dal fuori area ma palla alta.

Al 57′ ancora un calcio di punizione di Battelani, questa volta da posizione più centrale, ma para facilmente Giuliani.

Al 66′ Gianpiero Piovani manda in campo Haley Bugeja al posto di Veronica Battelani.

Ci mette solo dieci secondi Bugeja per rendersi pericolosa. Affondo sulla sinistra, la maltese entra in area e calcia in porta. Palla di poco a lato.

Valentina Cernoia al 68′ fa partire un bolide dai 25 metri che colpisce la traversa. Molto vicina alla tripletta personale la mancina bianconera.

Ci prova dalla distanza anche Caruso ma Lemey para.

Al 77′ la Juventus chiude il match siglando il terzo gol. Assist perfetto di Caruso per Maria Alves, subentrata al posto di Hurtig, che in velocità supera Lenzini e batte Lemey.

All’85 il Sassuolo va vicino al gol con Lenzini che servita da Monterubbiano, calcia di destro e colpisce la traversa.

Dopo tre minuti di recupero l’arbitro fischia la fine del match.

La Juventus conferma di essere imbattibile in questa stagione di Serie A femminile. Finora ha vinto tutte le partite sin qui giocate in campionato, un ruolino di marcia impressionante.

Per il Sassuolo sfuma la possibilità di raggiungere il secondo e ora la priorità è guardarsi le spalle dalla Roma.

Sassuolo-Juventus Women 0-3

Marcatrici: 42′ Cernoia, 47′ Cernoia, 74′ Maria Alves

Sassuolo (4-3-1-2): Lemey; Lenzini, Filangeri, Orsi, Santoro (82′ Pellinghelli); Brignoli, Mihashi, Tomaselli (73′ De Canal); Battelani (66′ Bugeja); Pirone, Cambiaghi (73′ Monterubbiano). All. Piovani. A disp. Auria, Giurgiu, Brundin, Ferrato, Pondini

Juventus Women (4-3-3): Giuliani; Hyyrynen (86′ Berti), Gama, Salvai, Boattin (62′ Lundorf); Rosucci (70′ Zamanian), Pedersen (86′ Giordano), Caruso; Cernoia, Staskova, Hurtig (70′ Maria Alves). All. Guarino. A disp. Bacic, Giordano, Sembrant, Caiazzo, Berti, Girelli

Ammonite: Pedersen, Santoro, Maria Alves

Redazione L Football

Foto: Alessandro Sabattini – Getty Images