Termina con il punteggio di 1-1 la partita amichevole tra Italia e Islanda al Campo Enzo Bearzot di Coverciano.

L’Italia parte fortissimo con un gol di Valentina Giacinti dopo nemmeno sessanta secondi. Valentina Bergamaschi sul fondo e con un cross sul secondo palo trova la compagna di club, che col sinistro al volo da pochi passi non sbaglia.

Nel giro di pochi minuti l’Italia ha altre occasioni per trovare il raddoppio. Prima con Manuela Giugliano, ma il suo tiro viene murato. Poi di nuovo con Giacinti, che prova il pallonetto, senza fortuna.

Il primo intervento di Laura Giuliani arriva al 14’ con un’uscita in presa alta su una rimessa laterale islandese nei pressi dell’area di rigore azzurra.

Col passare dei minuti l’Islanda prende un po’ di coraggio, iniziando ad affacciarsi più spesso nella metà campo dell’Italia. Al 26’ c’è anche la prima occasione per le islandesi e la prima parata di Giuliani, che dice di no al sinistro di Berglind Bjorg Thorvaldsdottir.

Le azzurre cominciano ad affidarsi sempre di più a verticalizzazioni e lanci lunghi, ma, complice anche il forte vento, c’è poca precisione.

L’Islanda poi trova il pareggio al Karolina Lea Vilhjalmsdottir al 40’. Con Serturini a terra, le islandesi proseguono l’azione. Con un cross Gunnhildur Yrsa Jonsdottir pesca Thorvaldsdottir, che protegge palla in area e trova Sveindis Jane Jonsdottir. S. Jonsdottir serve Vilhjalmsdottir, che col suo destro dal limite sorprende Giuliani e firma l’1-1.

Nei primi cinque minuti della seconda frazione l’Italia ci prova da fuori con Giugliano prima e Bergamaschi poi, ma nessuna delle due inquadra lo specchio della porta. Nel mezzo l’occasione per l’Islanda con Hallbera Gisladottir, ma anche il suo tiro è impreciso.

Al 55’ le azzurre chiedono un calcio di rigore per un fallo su Valentina Cernoia. Giacinti trova al centro dell’area la numero 21, che, dopo aver scavalcato un primo difensore con il primo controllo, finisce a terra dopo un contatto con un altro difensore.

Col passare dei minuti poi la partita perde un po’ di intensità e nessuna delle due squadre riesce a creare vere e proprie occasioni da gol.

Tra le occasioni migliori per le azzurre ci sono il diagonale col sinistro di Serturini (72’) e quello al volo di Linari (81’), ma entrambi finiscono abbondantemente a lato. Ci prova di testa, invece, Arianna Caruso (83’), ma la sua conclusione è alta sopra la traversa.

In pieno recupero ci prova di nuovo l’Islanda con il tiro dalla distanza di Elin Metta Jensen, ma Giuliani non si fa sorprendere e mette in angolo.

ITALIA – ISLANDA 1-1

Marcatrici: 1′ Giacinti, 40′ Vilhjálmsdóttir

Italia (4-4-2): Giuliani; Bartoli (79’ Soffia), Gama (58’ Linari), Salvai, Bergamaschi; Serturini (80’ Bonfantini), Giugliano, Rosucci (66’ Caruso), Cernoia (58’ Glionna); Girelli, Giacinti

Islanda (4-3-3): Sigurdardottir; Gisladottir, Viggosdottir, Kristjansdottir (46’ Arnadottir), Halldorsdottir (69’ Albertsdottir); Johannsdottir, Hauksdottir (84’ Tomasdottir), Jonsdottir; Vilhjalmsdottir (70’ Gunnlaugsdottir), Thorvaldsdottir (76’ Jensen), Jonsdottir

Martina Pozzoli