Già dai primi minuti le due squadre spingono sull’acceleratore e si fanno vedere subito in fase offensiva. Il primo squillo delle catalane arriva all’ottavo, con Caroline Hansen, che da posizione leggermente, defilata impegna Christiane Endler.

Il Barcellona concretizza il vantaggio al tredicesimo, quando Jenni Hermoso si ritrova la palla sulla testa, dopo che Endler sbaglia l’uscita.

Il PSG non ci sta e comincia a insistere in fase offensiva fino al ventunesimo, dove dagli sviluppi di un calcio d’angolo, Cook riporta il risultato in parità.

Le parigine sfiorando il vantaggio tre minuti più tardi, con la punizione di Sara Dabritz salvata sulla linea di porta da un’attenta Marta Torrejon.

Dopo alcuni minuti di sofferenza in fase difensiva, il Barça si fa rivedere in attacco e sfiora il pareggio in due occasioni nel giro di due minuti. Endler, in entrambe le azioni, sventa il pericolo con due parate chiave.

I ritmi sono altissimi, tantissimi cambi di fronte e un minimo errore potrebbe determinare, in negativo o in positivo, il risultato finale. Proprio da due errori banali in fase di impostazione, il Barcellona stava per combinarla grossa: Marie Antoinette Katoto, che si ritrova a tu con Sandra Paños, prima colpisce il palo e poi non inquadra la porta.

Il secondo tempo risulta leggermente più confuso, con molti falli e interruzioni da parte della direttrice di gara, però le occasioni continuano ad arrivare sia da una parte che dall’altra.

Il Barcellona ci prova con le due punizioni di Alexia Putellas, ma il PSG risponde con un colpo di testa di Irene Paredes, che non spaventa più di tanto Paños.

La più grande opportunità l’ha avuta Putellas, che a tu per tu con Endler non trova lo specchio della prova.

La qualificazione si deciderà la prossima settimana nella tana del Barcellona.

Valentina Marrè

Categories: News

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *