La Fiorentina esce sconfitta con un pesante 3-0 dal primo dei due confronti contro il Manchester City in Women’s Champions League.

Un avvio negativo compromette subito la gara. Cinque minuti di fuoco sul campo del Manchester City, subendo gol da Lauren Hemp ed Ellen White. Reti alle quali si aggiunge quella di Sam Mewis nei minuti finali.

Non sfruttata, all’inizio del secondo tempo, la più chiara occasione da gol grazie all’apertura di prima di Clelland per Thøgersen che ha sprecato a lato.

Si fa complicata ora per la Viola il discorso qualificazione.

“Ritengo che per comprendere a fondo questa partita si debba essere grandi intenditori di calcio femminile e prima di tutto capire chi avevamo davanti” ha dichiarato l’allenatore viola Antonio Cincotta nel postpartita. “Secondo, capire con quante difficoltà di organico le mie ragazze stanno scendendo in campo. Terzo, rendersi conto che è uno shock giocare contro queste squadre e ci sta che nei primi minuti si debbano prendere le misure”

Al di là dei primi cinque minuti, Cincotta ha definito “di livello” la prestazione delle sue giocatrici: “Vanno applaudite per come hanno reagito tatticamente nello sviluppo di tutto il resto della partita, perché questo è un avversario che ti mette alle corde e ti toglie il fiato. Le ragazze non si sono mai slegate e abbattute psicologicamente di fronte ad una montagna”.

Nelle altre gare il Barcelona Femenì batte in un agile 4-0 il Fortuna Hjørring, tre volte in gol Jennifer Hermoso e una Alexia Puntellas.

Il Wolfsburg batte le norvegesi del Lillestrøm per 2-0 con le reti di Alexandra Popp. Vince anche il Bayern Monaco, che supera 6-1 il BIIK Kazygurt. In gol per le bavaresi Lineth Beerensteyn, Lea Schuller, Linda Dallmann (doppietta), Hanna Glas e Karolina Vihjalmsdottir

Termina in parità il match tra Rosengård e St. Pölten. La squadra ospite, in vantaggio 2-0 grazie alla doppietta di Mateja Zver, si fa rimontare dai gol di Sanne Troelsgaard e, pieno recupero, di Caroline Seger.

Vittoria del Chelsea sull’Atletico Madrid grazie alle reti di Maren Mjelde su rigore e Fran Kirby, con le Blues in dieci dal 12′ in seguito all’espulsione di Sophie Ingle.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *