La partita tra il Lione e il Paris Saint-Germain, valevole per l’andata dei quarti di finale di Women’s Champions League, è stata rinviata. Molte giocatrici all’interno della squadra del Lione sono risultate positive al Covid-19.

Le calciatrici positive al test sono GriedgeMbock, Delphine Cascarino, Amel Majri, Janice Cayman e Wendie Renar, oltre a un membro del team.

Nel comunicato della UEFA si legge: “A causa di alcuni casi di positività tra le giocatrici dell’Olympique Lyonnais in seguito ai test COVID-19 condotti nell’ambito del programma di test UEFA – come stabilito dal Protocollo UEFA Return to Play -, nonché alla comunicazione che l’intera delegazione dell’Olympique Lyonnais è stata messa in quarantena, la partita di ritorno dei quarti di finale della UEFA Women’s Champions League – Olympique Lyonnais – Paris Saint-Germain – non può avere luogo come previsto.

In conformità all’articolo G.2.1 dell’Allegato G (“Norme speciali applicabili alla fase a eliminazione diretta della competizione in relazione al COVID-19”) del Regolamento della UEFA Women’s Champions League 2020/21, la partita è stata rinviata.

La UEFA fornirà ulteriori aggiornamenti sullo stato della partita a tempo debito”.