In Primera Iberdrola questo weekend sono andati in scena altri sette recuperi del girone di andata. Spicca la sconfitta del Real Madrid per mano della Real Sociedad.
Nell’impianto sportivo di Zubieta, nei Paesi Bachi, le padrone di casa della Real Sociedad stendono, in rimonta, con un netto 3-1 il Real Madrid, tornando così in corsa per l’Europa.
Le blancos vanno in vantaggio con un “golazo” di Marta Cardona, che dal limite dell’area colpisce la palla con l’esterno del piede per mandarla all’incrocio dei pali. La squadra basca sì affida a Sanni Franssi, che marca una doppietta e alla trascinatrice indiscussa di questa stagione, Nerea Eizaguirre per ribaltare le sorti del match.

Con questo risultato la Real Sociedad si avvicina alla zona Champions, che ora dista solo quattro punti, mentre il Real Madrid scende al quarto posto con l’Atletico Madrid. Alia Guagni e compagne salgono di una posizione, grazie alla vittoria dello scontro diretto.

L’Atletico Madrid occupa la terza posizione grazie, anche, al pareggio dell’UDG Tenerife in casa del Valencia. Le canarie vanno subito in svantaggio con il gol di Julia Aguado, ma riescono a rimettersi in careggiata con la doppietta della solita Cristina Martin-Prieto, quando ormai il tempo sembrava finito Ellen Jansen cambia ancora il risultato e regala un punto per il suo Valencia.

Rimanendo ancora nella zona alta della classifica, il Levante si porta a casa i tre punti al termine di una partita estremamente “loca”. Lo Sporting Huelva, abbastanza sorprendentemente passa in vantaggio dopo solo due minuti facendo cadere le certezze del Levante.

Il match sembrava dirigersi in direzione dello Sporting, ma negli ultimi dieci minuti cinque minuti succede veramente di tutto e il risultato cambia. All’88’ viene assegnato un rigore molto discusso al Levante: l’assistente alza la bandierina per segnalare fuorigioco, ma la direttrice di gara non lo vede e segna il penalty, trasformato da Maria Mendez. Praticamente a tempo scaduto Esther Gonzalez s’inventa una rovesciata, che eseguisce in maniera perfetta e regala la vittoria alla squadra di Maria Pry.

In testa alla classifica rimane il Barcellona, che senza problemi e non sforzandosi parecchio espugna “l’Umbe Sports Complex” di Eibar grazie ai gol di Mariona Caldentey, Melanie Serrano e Jenni Hermoso.
Viaggiando al fondo della classifica il Real Betis compie il miracolo battendo l’Athletic Club con la rete al novantesimo di Bea Parra. Dall’arrivo di Juan Carlos Amoros il Betis ha conquistato nove punti in sei giornate due in più di quelli che aveva racimolato in quattordici giornate con il precedente allenatore.

Il Deportivo la Coruna scivola in ultima posizione a causa della sconfitta contro il Rayo Vallecano. Finisce in pareggio l’altro scontro diretto per la retrocessione tra EDF Logrono e Santa Teresa con quest’ultima che si vede pareggiare negli ultimi minuti di gara.

Valentina Marrè