Allo stadio “La Rosaleda” di Malaga il Barcellona conquista la Copa de la Reina, superando per 3-0 il Logroño.
Come era prevedibile il Barcellona mantiene il pallino del gioco e il possesso del pallone già dal primo minuto, ma la stranezza è che ci impiega ben 42’ a segnare il primo gol, quando Alexia Putellas realizza un calcio di rigore.

Fino a quel momento la tattica scelta da Javier Monçano ha funzionato alla perfezione. Il Logroño gioca con ben undici giocatrici dietro alla linea della palla, in modo da chiudere più possibili le linee di passaggio.
Le catalane soffrono tantissimo quando le avversarie si chiudono in difesa, visto che prediligono un gioco veloce palla a terra, cercando di entrare nell’area avversaria con un cross rasoterra o comunque con palla al piede.
Questo potrebbe essere l’unico piccolo difetto del Barcellona, che in ottica UWCL dovrà cercare una soluzione, come aumentare i tiri da fuori. Proprio con una conclusione dal limite dell’area Aitana Bonmatì, dopo un recupero in mezzo al campo segna il raddoppio per le campionesse spagnole.

A chiudere definitivamente la partita ci pensa Jenni Hermoso, che prende perfettamente il tempo alle due centrali avversarie e colpendo di testa battendo Pamela Tajoran.
Tra le file del Logroño sicuramente la migliore è proprio il portiere messicano, che compie dei veri miracoli, prima su Andrea Pereira a distanza ravvicinata e successivamente impedisce l’eurogol di Alexia.
Il Barcellona si porta a casa il primo trofeo di questo anno, anche se in realtà questa è la filane della Copa de la Reina della scorsa stagione. Il Logroño, se pur ha perso, ha disputato un’ottima partita in fase difensiva, dove le due centrali Ines Altamira e Marta Cazzalla hanno resistito il più possibile.

FC Barcellona – EDF Logroño 3-0

Marcatrici: 1-0 Alexia Putellas (R) (42’), 2-0 Aitana Bonmatì (44’), 3-0 Jenni Hermoso (61’)

Barcellona: Panos; Torrejon, Perreira, Mapi Leon, Leila (Melanie Serrano 75’); Aitana (Losada 75’), Patri Guijarro (Hamraoui 69’), Alexia; Martens (Mariona Caldentey) 65’), Jenni Hermoso (Oshoala 65’), Hansen.
Logroño: Tajonar; Caracas, Ines, Cazalla, Valderas; Judith, Asantewaa (Talvo 46’), Anita,Velasquez (Pizarro 67’), Nyman (Marin 79’); Ida Guehai (Fishley 67’), Jade (Elooh 77’).

Valentina Marrè