Nell’11esima giornata della Women’s Super League il Chelsea ha battuto il Reading nell’unica partita disputata. Le altre gare sono state tutte rinviate a causa di alcuni casi di positività al Covid-19.

La squadra di Emma Hayes si è imposta 5-0 in casa del Reading. Protagonista assoluta con 4 reti è Fran Kirby. L’attaccante inglese segna una tripletta già nel primo tempo (16’, 23’ e 45+2’) e a inizio ripresa mette a segno anche il quarto gol (53’). Nel finale Ji So-yun porta il risultato sul definitivo 5-0.

Kirby non andava in gol in WSL dall’11 ottobre e con queste 4 reti si porta a quota 7 gol in questo campionato. Si posiziona così al secondo posto nella classifica marcatrici insieme a Sam Kerr e Jill Roord, alle spalle di Vivianne Miedema.

Inoltre, è la terza volta in carriera che la calciatrice classe ’93 segna 3 o più reti in una partita di WSL.

A seguito della positività al Covid-19 di una giocatrice dell’Arsenal e di alcune del Man. City sono state rimandate a data da destinarsi Aston Villa-Arsenal e Manchester City-West Ham. In Inghilterra è scoppiata una polemica in quanto le giocatrici positive durante la pausa natalizia sono andate in vacanza a Dubai.

Anche Everton-Manchester United è stata rinviata a causa di alcuni casi di positività tra le giocatrici dell’Everton.

Nonostante questo rinvio, lo United rimane in testa alla classifica con 3 punti di vantaggio sul Chelsea, che però ha comunque una partita in meno delle Red Devils. Proprio il prossimo weekend le due squadre si affronteranno nello scontro diretto, in casa delle Blues. All’andata era finita 1-1.

Dopo che la richiesta di rinvio avanzata dal Birmingham era stata inizialmente respinta, anche la gara della squadra allenata da Carla Ward contro il Tottenham è stata rinviata.

Rinviata infine anche Bristol City-Brighton & Hove Albion dopo che sono stati riscontrati 2 casi di positività che hanno costretto 7 giocatrici all’isolamento.

Dopo 11 giornate il Reading è l’unica squadra ad aver disputato tutte le partite.

Martina Pozzoli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *