La FIGC in collaborazione con il partner Esselunga ha presentato ieri il trofeo della Supercoppa Femminile TIMVISION.

Una vetrina particolare per la coppa che verrà assegnata domenica 10 gennaio 2021 nella sfida tra Juventus Women e Fiorentina Femminile. Il trofeo infatti è stato esposto all’Esselunga presso il negozio di Via Piave a Genova.
L’iniziativa rientra nell’accordo di partnership tra la Divisione Calcio Femminile e l’azienda leader in Italia nella grande distribuzione all’interno del progetto di responsabilità sociale #unapassionedanutrire.

“Il ‘trophy tour’ è una prassi che purtroppo in questo periodo non è praticabile – ha dichiarato il presidente della Divisione Ludovica Mantovani – Questa attività di responsabilità sociale ci ha dato la possibilità di esporre la Supercoppa in questo nuovo punto vendita. Negli occhi dei bambini e delle persone che ho incontrato oggi si notava chiaramente la passione per il nostro sport. Siamo felici di aver portato qui il trofeo e di aver regalato un momento di svago ai presenti”.

“Sport e alimentazione sono un binomio vincente – queste le parole dell’Assessore allo Sviluppo Economico Turistico e Marketing Territoriale Laura Gaggero – Come spesso si sente dire, ‘siamo ciò che mangiamo’, ma allo stesso tempo per rimanere in forma è fondamentale fare attività fisica. La ricerca del benessere personale deve per forza passare da uno stile di vita equilibrato. Ospitare la Supercoppa in provincia di Genova è un motivo di orgoglio e il fatto che in questi giorni sia stata lanciata questa iniziativa per promuovere un corretto stile alimentare è molto importante anche per Esselunga, che fa dell’attenzione al territorio, e della valorizzazione dei suoi prodotti, uno dei suoi punti di forza”.

“L’alimentazione – ha aggiunto Fabio Gallo, responsabile femminile del Settore Giovanile e Scolastico FIGC della Liguria – permette agli atleti, specie ai più piccoli, di gestire al meglio le proprie energie, in campo e soprattutto nella vita di tutti i giorni. È quindi importante che le istituzioni diffondano questi messaggi così importanti per la salute di tutti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *