La Juventus Women batte 2-0 la Fiorentina Femminile e conquista la Supercoppa TIMVISION, primo trofeo stagionale. Decisiva Barabara Bonansea che realizza una doppietta

Il calcio femminile italiano assegna il primo trofeo della stagione. Juventus e Fiorentina, allo stadio comunale di Chiavari, si affrontano per la terza volta consecutiva in finale di Supercoppa femminile. Una vittoria per parte con la viola che vinse nel 2018 a La Spezia, mentre la Juventus si è presa la rivincita nel 2019 a Cesena.

Tra le due squadra in campionato ci sono sedici punti di distacco ma in questa parte di stagione la Fiorentina sembra aver ritrovato fiducia nei propri mezzi, grazie anche alla qualificazione agli ottavi di Champions League.

Per la squadra toscana è la quarta finale di Supercoppa consecutiva, nel 2017 perse per mano del Brescia.
In quella gara c’era in campo Cristiana Girelli che oggi, in caso di vittoria, stabilirebbe un record assoluto vincendo 9 volte la competizione.

Rita Guarino recupera Laura Giuliani tra i pali, mentre in difesa ci sono Gama e Salvai come centrali, Hyryynen a destra e Boattin a sinistra. A centrocampo Galli Pedersen e Caruso, mentre in attacco tridente con Bonansea, Girelli e Hurtig.

Mister Melati, che sostituisce Cincotta sulla panchina viola schiera, manda in campo Schroffenegger in porta, Thogersen a destra, Znoli a sinistra e Tortelli e Quinn centrali. A centrocampo Neto, Middag dietro a Vigilucci, Bonetti e Kim, Punta avanzata Daniela Sabatino.

Arbitra l’incontro Maria Marotta della sezione di Sapri.

La Fiorentina sembra voler prendere in mano il pallino del gioco e conquista il primo corner della partita già al secondo minuto di gioco. La Juventus prova a imbastire la sua trama di gioco ma è attenta la squadra viola.

Il primo tiro della partita è di Barbara Bonansea dalla distanza al sesto ma la palla finisce ampiamente alta. Al 9′ ci prova CAruso, sempre dalla distanza, ma la palla termina a lato, alla destra del portiere viola. Punizione all’11’ per la Fiorentina calciata in area da Bonetti ma la palla è facile preda di Giuliani.

Tutto il gioco viola passa dai piedi di Claudia Neto. La portoghese è il fulcro della manovra della Fiorentina in questa prima parte di gara.

Al 16′ Juve pericolosa con Lina Hurtig che prima mette in mezzo una palla pericolosa, che la difesa viola respinge, e poi prova un tiro al volo ma colpisce male. La Fiorentina ci prova al 18′ con un filtrante di Bonetti per Sabatino, Hyryynen la tocca e la palla finisce tra le mani di Giuliani.

Al 22′ l’occasione più pericolosa della partita capita sui piedi di Hurtig che su assist di Bonansea gira al volo una palla che Schroffenegger respinge. Poco dopo ci prova Girelli defilata in area sulla destra ma para ancora il portiere viola.

La Juventus ora ha alzato il ritmo della partita e ha chiuso la squadra avversaria nella propria meta del campo. Ancora pericolosa la squadra bianconera al 27′ con Sara Gama di testa su angolo di Caruso ma brava ancora una volta Katja Schroffenegger a parare. Al 31′ ci prova Pedersen ma conclusione deviata in angolo.

Break della Fiorentina al 33′ con Daniela Sabatino che ci prova dalla lunga distanza ma conclusione debole. Para Giuliani.

Al 34′ arriva il primo giallo della gara per Thogersen per un fallo su Hurtig di ostruzione.

Gol della Juventus al 39′. Barbara Bonansea riceve palla defilata sulla destra, avanza dribbla un’avversaria col destro, entra in area, e col sinistro fa partire un tiro e la palla finisce nell’angolino alla destra del portiere della Fiorentina.

La Juventus concretizza sul finire di tempo la mole di gioco prodotta finora e lo fa ancora una volta con Barbara Bonansea. L’attaccante piemontese era stata decisiva, sbloccando il match, contro la Roma in semifinale.

Il secondo tempo si apre con la Fiorentina che prova a reagire ma è la Juventus ad andare di nuovo al tiro con Girelli che ci prova con un destro a giro.

Al 55′ arriva il raddoppio della Juventus ancora una volta con Barbara Bonasea. Su un lancio di Boattin, la palla si alza e l’attaccante bianconera calcia al volo e palla che si insacca all’angolo. Nulla può l’estremo difensore viola.

Al minuto 61 Colpo di testa di Valery Vigilucci in area, ma Giuliani blocca in presa.

Cambio tra le fila viola, in campo Adami al posto di Middag.

Al 68′ gran tiro dalla distanza di Lisa Boattin, Schroffenegger la tocca leggermente e palla che si stampa sulla traversa.

Al 72′ cambio tra le fila della Juventus: esce Barbara Bonansea ed entra Valentina Cernoia. Doppio cambio anche tra le fila viola, dentro Monnecchi e Clelland e fuori Kim e Bonetti.

La Juventus controlla bene il match e la Fiorentina non riesce a reagire per provare una rimonta.

Rita Guarino manda in campo anche Rosucci al posto di Caruso e Staskova per Hurtig.

All’89’ tiro di Cernoia che finisce a lato. Entra in campo anche Lundorf al posto di Hyryynenn.

Nel recupero ci prova Galli ma para di piede il portiere viola.

Finisce la gara e la Juventus vince la sua seconda Supercoppa Femminile consecutiva, ancora con il punteggio di 2-0 contro la Fiorentina.

Juventus Women – Fiorentina Femminile 2-0:

Marcatrici: 38′, 55′ Barbara Bonansea

Juventus Women (4-3-3): Giuliani; Hyyrynen (89′ Lundorf), Gama, Salvai, Boattin; Galli, Pedersen, Caruso (86′ Rosucci); Bonansea (71′ Cernoia), Girelli, Hurtig (86′ Staskova). All. Guarino. A disp. Bacic, Sembrant, Lundorf, Zamanian, Maria Alves

Fiorentina Femminile (4-2-3-1): Schroffenegger; Quinn, Tortelli, Zanoli, Thogersen; Neto, Middag (62′ Adami), Vigilucci (86′ Baldi); Kim (71′ Monnecchi), Bonetti (71′ Clelland), Sabatino. All. Melani. A disp. Ohrstrom, Cordia, Arnth, Ripamonti, Mani

Arbitro: Marotta di Sapri

Ammonita: 34′ Thogersen