La FIFA ha lanciato per il mercato italiano il “tender” (invito a offrire) per i diritti audiovisivi dei Mondiali di calcio maschile del 2022 e dei Mondiali di calcio femminile del 2023.

Il massimo organo di governo del calcio selezionerà le società che si trovano nella posizione migliore per garantire gli impegni di trasmissione richiesti e per raggiungere l’obiettivo di fornire un’ampia copertura e visibilità per le sue competizioni e offrire ai fan, un’esperienza visiva di alta qualità.

Tutte le aziende che desiderano partecipare al bando di gara possono farlo inviando una richiesta all’indirizzo e-mai Rights@fifa.org entro e non oltre le ore 13:00 CET di martedì 16 febbraio 2021.

La Coppa del Mondo di calcio femminile si disputerà nel 2023 in Australia e Nuova Zelanda e sarà la prima edizione con la partecipazione allargata a 32 squadre.

Sin dalla sua prima edizione nel 1991, il più importante evento calcistico riservato alle donne è cresciuto in maniera esponenenziale. L’ultima edizione della FIFA Women’s World Cup, in Francia nel 2019, ha attirato un pubblico record di oltre 1,1 miliardi di telespettatori.

In altri paesi europei il processo di acquisizione dei diritti tv dei Mondiali femminili è già stato avviato e in alcuni casi sono stati anche già assegnati. È il caso di NENT (Nordic Entertainment Group) che, come riporta Sporteconomy. ha acquisito i diritti tv in Norvegia, Svezia e Danimarca.

Giuseppe Berardi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *