Nell’ottava giornata di Women’s Super League vincono Manchester United e City, Arsenal e Chelsea. Primo gol di Alex Morgan con la maglia del Tottenham. Clicca qui per vedere la rete.

Mantiene la testa della classifica il Manchester United, che vince 0-2 in casa dell’Aston Villa. Le Red Devils sbloccano il risultato al 25’ con Leah Galton, mentre il gol del raddoppio arriva solo all’89’ con Ella Toone. Diventano 12 i risultati utili consecutivi in WSL per le ragazze di Casey Stoney, con 8 vittorie e 4 pareggi.

Il Chelsea batte 3-2 il West Ham. Protagoniste Sam Kerr e Rachel Daly. L’australiana porta in vantaggio le Blues al 15’ e poco più di un minuto più tardi Daly spreca una clamorosa occasione a tu per tu col portiere. A inizio secondo tempo è la stessa attaccante inglese a farsi perdonare segnando il gol del pareggio.

L’1-1 dura poco: con 2 gol in 13 minuti (55’ e 68’) Kerr riporta avanti il Chelsea e diventa la prima australiana a segnare una tripletta in WSL. Le Hammers accorciano le distanze grazie a un autogol di Magdalena Eriksson all’88’, ma nei minuti finali non riescono a trovare un nuovo pareggio.

L’attaccante australiana nel festeggiare il suo terzo gol si è scontrata accidentalmente contro un’avversaria e si è infortunata. Problemi all’anca per Kerr e le sue condizioni verranno valutate, ma non dovrebbe essere nulla di grave.

L’Arsenal vince 3-0 contro il Birmingham City. Le padrone di casa hanno l’occasione per andare in vantaggio al 20’ grazie al rigore conquistato da Beth Mead, ma il capitano Kim Little si fa parare il tiro dal dischetto da Hannah Hampton. Al 57’ Caitlin Foord sblocca il risultato e 5 minuti dopo Jill Roord mette a segno il 2-0 per le Gunners. All’87 altro rigore per l’Arsenal: dagli 11 metri si presenta ancora Little, che questa volta non sbaglia.

Prima vittoria in questo campionato per il Tottenham, che batte 3-1 il Brighton & Hove Albion. La squadra di casa subito avanti con Kerys Harrop all’11’, ma al 33’ le ospiti pareggiano con Inessa Kaagman su rigore. Le Spurs tornano poi in vantaggio con Angela Addison (63’). All’84 arriva il primo gol in WSL e con la maglia del Tottenham per Alex Morgan, su rigore.

Il Manchester City batte 3-0 l’Everton chiudendo la partita già nel primo tempo grazie a 3 gol, tutti di testa, su assist di Caroline Weir: Ellen White sblocca la partita al 25’, un minuto dopo Gemma Bonner firma il raddoppio e nel recupero Janine Beckie segna il terzo. L’Everton non vince in campionato dall’11 ottobre, quando si impose 3-1 sul West Ham.

Finisce 1-1 tra Reading e Bristol City. È la squadra ospite a passare in vantaggio grazie alla rete di Emma Bissell (43’). Al 50’ il Reading trova il pareggio con Fara Williams.

In testa alla classifica marcatrici con 10 gol c’è sempre Vivianne Miedema, che però non segna in campionato da 3 partite consecutive. Alle sue spalle ancora Jill Roord, con 7 reti. Sul terzo gradino del podio c’è Sam Kerr.

Col gol contro l’Everton Ellen White si è portata a 51 gol in carriera in WSL, uno in meno della all time top scorer Miedema. Il prossimo weekend le 2 attaccanti si troveranno una di fronte all’altra nella sfida tra City e Arsenal.

Inoltre, Miedema e White condividono un primato con Nikita Parris: tutte e 3 sono al primo posto nella classifica delle giocatrici più direttamente coinvolte nei gol, con 74 tra gol e assist in WSL.

CLASSIFICA WOMEN’S SUPER LEAGUE

RankClubPVNPGFGSDRPunti
1Manchester United86201971220
2Arsenal86113362719
3Chelsea75202251717
4Manchester City84312181315
5Everton84221711614
6Reading8242912-310
7Birmingham City8305913-49
8Brighton & Hove Albion8224615-98
9Tottenham Hotspur8134917-86
10West Ham United8116923-144
11Aston Villa6105314-113
12Bristol City7025531-262

Martina Pozzoli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *