Sam Mewis è stata la prima delle americane a sbarcare in Inghilterra la scorsa estate e, finora, quella che ha regalato maggiori soddisfazioni ai propri tifosi grazie a gol importanti e ottime prestazioni.

Dal suo arrivo al Manchester City lo scorso agosto, Mewis si è conquistata praticamente subito un posto da titolare, facendo accomodare in panchina una veterana come Jill Scott.

La centrocampista americana ha dimostrato di essersi pienamente meritata la fiducia dell’allenatore: 14 presenze e 4 gol nella stagione 2020-21, a cui si aggiungono 3 presenze e 2 gol nella FA Cup 2019-20.

Ad oggi Mewis con le sue 14 presenze, di cui solo una da subentrata, è la giocatrice del City più utilizzata. Più di una titolarissima come Keira Walsh.

Inoltre, con i suoi 4 gol è la centrocampista che ha segnato di più. Mewis si colloca così al secondo posto tra le migliori marcatrici del City questa stagione, a pari merito con le attaccanti Ellen White e Georgia Stanway, e dietro a Chloe Kelly (5 gol).

I gol, di fatto, si sono rivelati tutti decisivi, ad eccezione di quello contro il Tottenham, che è valso il momentaneo 3-0 in una partita vinta agevolmente per 4-1. Quello contro le Spurs, per altro, è stato anche il suo primo gol in Women’s Super League.

Gli altri 2 gol in campionato sono arrivati contro Reading e Arsenal. Quello contro il Reading è stato il gol del definitivo 1-1. Anche quello contro l’Arsenal è stato il gol dell’1-1, con la partita poi vinta dal City per 2-1.

Importante e decisivo anche il gol nell’andata del primo turno in Champions League contro il Goteborg. Al suo debutto nella competizione europea Mewis ha segnato il gol del 2-1 con cui le Citizens hanno ribaltato l’iniziale vantaggio svedese.

Con i 2 gol tra semifinale e finale della FA Cup 2019-20 la centrocampista classe ’92 ha fortemente contribuito alla conquista del trofeo da parte del City. In semifinale ha segnato il gol che è valso il passaggio del turno contro l’Arsenal. Nella finale contro l’Everton ha messo a segno il gol dell’iniziale vantaggio.

Con il gol contro l’Everton è diventata la seconda americana a segnare un gol in una finale della FA Cup. La prima è stata Carli Lloyd, anche lei quando era tra le fila delle Citizens.

Oltre a brillare con la maglia del City, Sam Mewis ha disputato un ottimo 2020 anche con la nazionale. Su 9 partite disputate dalla USWNT in questo anno solare, l’ex North Carolina Courage ne ha giocate 8, andando a segno 4 volte con le doppiette contro Cost Rica e Messico.

Tali prestazioni con la maglia a stelle e strisce le sono valsi la nomination per il premio di calciatrice statunitense dell’anno.

Inoltre, il The Guardian l’ha inserita al 15esimo posto nella classifica delle 100 migliori calciatrici del 2020 (nel 2019 era 38esima) definendola “la centrocampista box-to-box ideale […] in grado di avanzare con facilità e sia di iniziare che di finire l’azione per la sua squadra”.

Di questo è un ottimo esempio il gol contro l’Arsenal in FA Cup. Mewis, spalle alla porta, riceve il passaggio dal difensore sulla trequarti. Con un controllo orientato si gira, eludendo il pressing di van de Donk e con un secondo tocco apre per Chloe Kelly sulla fascia. Segue l’azione e in area si fa trovare al posto giusto al momento giusto per la sponda di Ellen White.

A 28 anni Mewis sembra aver raggiunto la maturità ed essere nel momento migliore della sua carriera.

Martina Pozzoli
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *