La Fiorentina Femminile ha pareggiato la gara di andata dei sedicesimi di finale di Women’s Champions League contro lo Slavia Praga.

Passata in vantaggio la squadra di Antonio Cincotta subisce la rimonta delle ceche ma riesce a trovare il gol del pari nella parte finale della partita.

La gara si era messa subito bene per la Fiorentina grazie al gol arrivato nei primi minuti con Louise Quinn. Cross di Breitner e colpo di testa della calciatrice ex Arsenal. Dopo lo svantaggio lo Slavia ha provato a reagire e a farsi pericoloso ma la difesa viola ha retto bene.

La Fiorentina ha avuto una grande occasione con Lana Clelland al 22′. L’attaccante scozzese, servita da Bonetti, vince un rimpallo ed entra in area ma calcia di piatto fuori a lato.

Il pareggio dello Slavia è arrivato al 40′ grazie a Persson lesta in area a girare in porta una palla vagante in area viola.

Nel secondo tempo la Fiorentina sembra gestire bene la partita ma non è mai pericolosa dalle parti di Votíková. Al 58′ arriva il gol del raddoppio per lo Slavia Praga. Dagli sviluppi di un calcio piazzato ne esce un cross in area dalla sinistra che pesca la testa di Divisova che beffa Zanoli e Öhrström.

La squadra viola riesce a rimettere in piedi la partita e la qualificazione al 79′ con un gol di Daniela Sabatino. Bella azione di Bonetti sulla destra che mette dentro una bella palla dove arriva il centravanti viola che la gira in rete per il 2-2 finale.

Un risultato che rimanda ogni discorso di qualificazione alla sfida di ritorno a Praga.
Era importante per la Fiorentina non perdere ma anche non prendere gol, ma per come si era messa la gara è riuscita comunque a recuperare. In Repubblica Ceca servirà vincere per passare il turno.