The Guardian ha svelato i nomi di tutte le calciatrici che compongono la top 100 del 2020. Al primo posto Pernille Harder del Chelsea con 3.051 punti. Per la calciatrice danese, ex Wolfsburg, si tratta della seconda volta al vertice della speciale graduatoria stilata dal quotidiano inglese, in collaborazione con Offside Rule.

Pernille Harder succede a Sam Kerr e supera la concorrenza di Vivianne Miedema e Lucy Bronze che si sono classificate seconda e terza. L’attaccante del Chelsea ha superato la rivale dell’Arsenal per 150 punti. Per Vivianne Miedema si tratta del primo podio nelle tre edizioni fin qui pubblicate.

Una classifica che ha tenuto conto della pandemia che ha sconvolto il mondo e condizionato lo sport, in particolare il calcio femminile che ha subito uno stop per diversi mesi.

Le prime tre calciatrici in classifica giocano in Inghilterra, nella Women’s Super League, segno questo che il campionato inglese è attualmente il più attraente al mondo.

L’Olympique Lyonnais, il club che ha vinto consecutivamente le ultime 5 edizioni della UEFA Women’s Champions League, piazza quattro calciatrici nella top ten. Si tratta di Wendie Renard (quarta), Dzsenifer Marozsan (quinta), Amandine Henry (sesta) e Delphine Cascarino (decima).

Da segnalare che all’11°e al 12° posto ci sono altre due giocatrici del Lione e sono Saki Kumagai, autrice del gol vittoria sulla Juventus, e Eugenie Le Sommer.
La vincitrice della passata edizione Sam Kerr scivola quest’anno al settimo posto. In ottava posizione troviamo Caroline Graham Hansen del Barcellona e in nona Julie Ertz dei Chicago Red Stars.

Olympique Lione e Chelsea sono i club più rappresentati. Nella classifica delle 100 più forti al mondo ci sono 11 calciatrici del Chelsea e 11 del Lione.
Segue il Barcellona con 10 e poi Arsenal e PSG con 9.

La nazione con più calciatrici in classifica è la Germania, ben tredici, poi Inghilterra e Francia con 10, Stati Uniti con 9 e l’Olanda con 8. L’Italia piazza due calciatrici nella Top 100 e sono Sara Gama all’89° e Cristiana Girelli al 54° posto.

A livello di campionati la Women’s Super League stacca la Division 1 francese. In Inghilterra giocano 28 delle 100 giocatrici presenti in classifica. Venti in Francia e 15 in Germania nella Frauen Bundesliga.

La NWSL lo scorso anno aveva 29 giocatrici mentre quest’anno, complice la pandemia, il numero si è ridotto a 13.

La speciale classifica è redatta da un panel di 88 giudici di 47 Paesi diversi. Tra i giurati ci sono allenatori, ex calciatrici, esperti di calcio femminile ma anche giornalisti. Presenti tra i giudici anche le allenatrici italiane Betty Bavagnoli e Rita Guarino.

Nelle edizioni precedenti hanno trionfato  Sam Kerr nel 2019 e Pernille Harder nel 2018.

Per consultare la classifica clicca qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *